FOTO / Avellino pianta un albero per l’Amazzonia. E presto arriverà il “Piano urbano del verde”

FOTO / Avellino pianta un albero per l’Amazzonia. E presto arriverà il “Piano urbano del verde”

7 Settembre 2019

Alfredo Picariello – L’appello, forte e chiaro, è stato lanciato verso la fine di Agosto. Gli incendi scoppiati nella foresta amazzonica non solo hanno smosso le coscienze dei politici internazionali, dal presidente francese Emmanuel Macron a quello statunitense Donald Trump, ma hanno portato ad una vera e propria campagna sui social network da parte di utenti più o meno famosi. Ad esempio, è diventata virale su Facebook la proposta del regista cileno naturalizzato francese Alejandro Jodorowsky. Il cineasta di El Topo, La montagna sacra e Santa Sangre (per citare alcuni dei suoi film più noti) ha lanciato la sua proposta per ripopolare il mondo di alberi: “Per equilibrare la tragedia amazzonica propongo un atto mondiale psicomagico. Che il sette settembre (il 7 è il numero più attivo e settembre porta il “se” della semina), ogni essere umano pianti un albero, o semini un albero, in qualsiasi località gli sia possibile”.

Oggi, sabato 7 settembre, anche il Comune di Avellino ha risposto all’appello del regista cileno. In via Basile, ovvero Rione Mazzini, grazie anche al vivaio “Barretta Srl” di Melito di Napoli che ha fornito in modo gratuito l’albero, è stato piantato un acero crimson king norvegese, albero che cresce sino a 15/20 metri e si allarga per 6/8 metri; col tempo la chioma assume una forma conica un po’ irregolare. È quindi un albero di dimensioni rispettabili.

“Stiamo effettuando per conto del Comune di Avellino dei lavori di manutenzione, non potevamo non rispondere a questo appello così importante”, afferma Angela Pirozzi del vivaio “Barretta Srl”. “Quest’albero rappresenta un simbolo – sottolinea il sindaco di Avellino, Gianluca Festa -. Ed è anche un messaggio educativo, rivolto un po’ a tutti. E’ necessaria che ci sia più cura del verde nella nostra città, a cominciare proprio dall’amministrazione comunale, è ovvio. Ma anche i cittadini devono fare la loro parte, è importante”.

Festa, però, guarda anche al futuro. “Abbiamo dato incarico ad alcuni professionisti di redigere un piano urbano del verde. Negli anni scorsi, abbiamo assistito alla piantumazione di alberi che avevano poco a che fare con il clima della città. Gli alberi sono fondamentali, aiutano contrastare l’inquinamento atmosferico”.