Forza Silvio, quello che non vorremo mai far ascoltare…

0
1

Club Forza Silvio, tra veleni, minacce, dichiarazioni vere e smentite. Una bomba ad orologeria che potrà causare “feriti” a giorni. Ci ritroviamo nostro malgrado a dover denunciare il clima che si vive dopo le nomine volute da Silvio Berlusconi in Irpinia per Forza Italia 2014. Vinti e vincitori, la storia si ripete. Condita con dichiarazioni a iosa ma che rasentano l’immaginazione. Vittime inconsapevoli, di un marciume politico che dovrebbe stare fuori dalle leve della collettività, ma che invece continua a seminare odio e bassezze.
Lo spunto di una riflessione forte, perché compito dell’informazione è quella di farlo a 360° senza trascurare nessun particolare. Il fuoco in Forza Italia, o meglio lo scontro tra bande c’è sempre stato. Attori sempre gli stessi. Non bastava un partito, ora Berlusconi si è inventato anche i club “forza Silvio” che spuntano come i funghi in ogni angolo della provincia.
Alla stessa velocità delle polemiche. Lascia interdetti cosa è successo da venerdì a domenica. Comunicati a gogò sempre dalla stessa mail, ma per circoli e/o persone diverse che puntualmente prendono le parti di una o altra fazione. Chi si compiace e chi condanna.

Ma ci piace analizzare più il lato dei perdenti. Nelle cronache della nostra testata appositamente non c’è traccia di una smentita ad una dichiarazione rilasciata solo qualche ora prima. Lo spieghiamo perché risulta davvero risibile, per certi versi buffo, che in poche ore si possa cambiare opinione in modo frettoloso. Ma durante una notte si può intercedere, o meglio indurre a cambiare idea. Siamo stati bombardati da telefonate, messaggi, chiarimenti, invio di documentazione sui club. Ma la verità viene sempre a galla, quando si fa il proprio lavoro con trasparenza. Ebbene chi si sbraccia a volere la smentita (non per sé, ma per conto di altri), ci dispiace ma su queste colonne non la troverà mai. Lo spieghiamo.
Non basta inviare un comunicato per trovare spazio sui media. Non apparteniamo alla categoria che tutto è pubblicabile, anche se arriva da una qualificata posta elettronica (tutti i maldipancia anti nomine) che ogni giorno ci propina opinioni di due consiglieri regionali che sono sempre una Forza, un giorno in Italia e l’altro in Campania. Cuor loro questa volta non sono gli attori.
Ma i protagonisti sono altri: la dottoressa Anna Borrasi ci ha invitato a pubblicare una smentita di un terzo soggetto (oltre che un altro comunicato sempre sulla legittimità o meno di un club del proprio comune). Ma chi conosce i giochi dei soliti, ha fatto i dovuti riscontri, scoprendo una amara realtà. Quella smentita era falsa, o meglio non voluta. Per essere più chiari imposta. Metodi che fanno rabbrividire, come i racconti….non favole, una realtà che non vorremo mai far ascoltare a tutti…

(di Nicola Santulli)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here