Fermato subito dopo aver rubato un’auto: sui furti è giro di vite

0
11

È di due napoletani denunciati il positivo bilancio dell’attività notturna, dispiegata in città dagli uomini del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e volta a prevenire e scongiurare una recrudescenza dei furti.

Poco prima dello spuntare dell’alba, nel capoluogo irpino, l’attenzione della pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino è stata attratta da un’autovettura che, alla vista della Gazzella rallentava improvvisamente la corsa: intimato l’“Alt” il conducente non si è fermato, anzi ha accelerato cercando di guadagnarsi la fuga.

I militari si sono lanciati immediatamente all’inseguimento e nel frattempo hanno segnalato alla Centrale Operativa il tipo di auto ed il relativo numero di targa che, dagli immediati accertamenti, è risultata appena rubata in quel centro abitato.

Dopo poco, a Torrette di Mercogliano, i Carabinieri hanno bloccato il veicolo e controllato il guidatore, unica persona a bordo. Si tratta di un 30enne di Napoli, gravato da precedenti di polizia, principalmente per reati contro il patrimonio. Per l’uomo è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, poiché ritenuto responsabile del reato di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

L’autovettura recuperata sarà restituita al legittimo proprietario non appena ultimati i previsti accertamenti. 

Alla citata Autorità Giudiziaria, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, è stato deferito anche un 45enne, anch’egli di Napoli, sorpreso nel medesimo contesto nei pressi del casello autostradale di Avellino Ovest alla guida di un’utilitaria, all’interno della quale i Carabinieri rinvenivano vari attrezzi atti allo scasso nonché tre centraline utilizzate per il furto di autovetture, il tutto sottoposto a sequestro.

L’attività di controllo straordinario del territorio continuerà senza sosta nell’intera provincia, per ridare fiducia e tranquillità alla popolazione.

Si sensibilizzano i cittadini a continuare a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete nonché veicoli o persone sospette.