Fatture false per pagare meno tasse: nei guai un imprenditore cilentano

Fatture false per pagare meno tasse: nei guai un imprenditore cilentano

1 Ottobre 2020

La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente nei confronti del titolare di un distributore di carburante del Cilento.

Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania al termine di una verifica fiscale condotta dai militari delle Fiamme Gialle, nel corso della quale sono state esaminate le fatture di acquisto con cui il commerciante aveva documentato le spese di gestione dell’impianto.

E’ emerso che l’imprenditore aveva utilizzato delle fatture soggettivamente inesistenti, riuscendo così ad abbattere di oltre 400mila euro l’ammontare dell’IVA per gli anni dal 2013 al 2015. L’indagato dovrà rispondere pertanto dell’accusa di aver utilizzato fatture per operazioni inesistenti e di aver presentato delle dichiarazioni fiscali fraudolente. Sequestrati in via cautelare tre terreni ed altrettanti fabbricati di proprietà del responsabile, nonché disponibilità finanziarie per circa 120mila euro.