Fascicolo elettronico, ecco la sanità del futuro. Irpinia in prima linea con l’Università di Salerno

Fascicolo elettronico, ecco la sanità del futuro. Irpinia in prima linea con l’Università di Salerno

19 Giugno 2020

Con l’epidemia da Covid-19, sempre più cittadini stanno facendo ricorso a questo servizio online che rende immediata la disponibilità dei referti, decretando dunque lo stop agli spostamenti da casa presso una qualsiasi struttura sanitaria e l’utilizzo di documenti cartacei. Si avvicina ormai sempre più anche in Campania il varo del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), uno strumento intuitivo, semplice e sicuro, che consente di gestire da computer o smartphone la propria storia di salute, consultare referti specialistici, tra cui anche quelli di Pronto soccorso, ricevere la impegnativa di una visita o di esami dal proprio medico di famiglia senza spostarsi da casa e così pure anche le ricette di farmaci. In questo caso, è possibile recarsi direttamente in farmacia per il ritiro, mostrando la ricetta sullo smartphone, senza necessità di stamparla.

Oltre a ciò, il fascicolo sanitario permette di consultare la prenotazione con i dettagli (data, ora e luogo) di alcune prestazioni sanitarie – visite e prestazioni di diagnostica-, i certificati per le vaccinazioni proprie e dei propri figli e di scegliere il medico di medicina generale o il pediatra, il tutto senza muoversi fisicamente. Da qualche mese, inoltre, a partire dal fascicolo sanitario, è possibile anche effettuare il pagamento on line delle prestazioni sul circuito Pago PA (in alternativa agli uffici postali e esattorie).

Una vera e propria “rivoluzione” in ambito sanitario, dunque. Che necessita, ovviamente, di adeguata formazione e di aggiornamento professionale dei lavoratori del settore sanitario. E’ questo l’obiettivo di “E-Health”, il piano formativo per l’innovazione digitale e tecnologica in sanità che Espansione Sr, ente formativo di Avellino operante su tutto il territorio nazionale, iscritto a Fondimpresa, metterà in campo a stretto giro con il Dipartimento di Studi Politici e Sociali dell’Università di Salerno diretto dal professore Gennaro Iorio.

“Bisogna vincere la resilienza al cambiamento ed agevolare le aziende sanitarie che stanno affrontando la sfida dell’innovazione tecnologica, sia nella digitalizzazione, sia nel cambiamento organizzativo conseguente all’attivazione delle nuove tecnologie e dei nuovi servizi”, afferma il dottore Sergio Bolognese di Espansione che, in questo piano, collabora non solo con il direttore del Dipartimento di Studi Politici e Sociali, ma anche con la professoressa Guseppina Cersosimo, sempre del “Dips”.

“E-Health” è un programma di formazione continua, un piano organico di interventi formativi per le aziende del settore sanitario con programmi di innovazione tecnologica nelle attività sanitarie anche con accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale.