Eurolega – Air: sconfitta con i ‘gialli’ del Maccabi brucia ancora

0
8

Roma – Ritorno amaro per i lupi dalla trasferta di Tel Aviv. La sconfitta contro il Maccabi, per quanto preventivabile e preventivata, è arrivata in un modo che non è piaciuto né ai giocatori né allo staff. La ‘Nokia Arena’ resta comunque un campo che hanno violato in pochi e l’avversario è pur sempre un cinque volte campione d’Europa. Ma l’impressione è che con qualche banale errore in meno e soprattutto con più concentrazione nella disastrosa terza frazione gli irpini avrebbero anche potuto tentare l’impresa. I Gialli non sono sembrati irresistibili come un tempo e la loro difesa è stata costantemente esposta agli attacchi degli ospiti. L’inesperienza ha comunque il suo prezzo da pagare: ora Radulovic e compagni sanno che a questi livelli anche 300 secondi possono essere fatali. L’assenza di Eric Williams dal terreno di gioco – un po’ per scelta tecnica un po’ per preservarlo a seguito di una botta ricevuta – ha agevolato il parzialone dei padroni di casa, con Arroyo che ha sguazzato negli spazi liberi lasciati dalla mancanza di Big E sotto le plance. Per un play dalla così spiccata visione di gioco è stato facilissimo trovare assistenze dal palleggio, specialmente se a ricevere c’era un atletone come Eliyhau. Williams comunque dovrà per forza di cose essere fondamentale nella sfida con Biella, che potrà annoverare tra le sue fila la presenza di James Gist, big man grosso e cattivo che si candida sin da ora ad essere uno dei migliori USA del torneo 2009.
E a complicare le cose ci si è messo anche il Cibona di Zagabria, che ha raccolto due vittorie nelle altrettante partite disputate. I croati sono ora in netto vantaggio nella lotta per la conquista del quarto e ultimo posto utile per la conquista di un posto nel girone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here