Esodo estivo, movida, rischio incendi e feste tradizionali: il piano della Prefettura per Ferragosto

0
889

Si è tenuto stamattina, presieduto dal Prefetto Paola Spena, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con la presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine, ivi comprese le Specialità per i punti di interesse, il referente della Provincia, il Sindaco di Montoro anche in qualità di delegato ANCI, nonché il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, i Sindaci di Fontanarosa e Flumeri e i rappresentanti di Anas e Autostrade in relazione agli argomenti di specifica competenza.

Al centro del tavolo, la modulazione dei servizi di vigilanza e di prevenzione in occasione del periodo di Ferragosto e dell’esodo estivo, a partire dal prossimo fine settimana, interessato da una più intensa movimentazione di persone e veicoli lungo le direttrici stradali e autostradali verso le località turistiche, sia costiere che interne, ivi compresi i luoghi di richiamo religioso.

Sono state definite le misure per l’intensificazione di tutte quelle attività, finalizzate a rispondere alle generali esigenze di sicurezza. Il Prefetto ha, al riguardo, disposto l’incremento dei servizi di prevenzione e controllo, sia sul fronte della sicurezza stradale, lungo le principali arterie, anche alla luce dei recenti incendi verificatisi ai danni di veicoli in marcia, e nelle stazioni di servizio, sia nei luoghi di aggregazione e intrattenimento, anche per evitare eventuali feste illegali, con controlli estesi, altresì, agli esercizi pubblici. Analoghe attività saranno mirate agli obiettivi ritenuti a rischio, anche alla luce dell’attuale crisi internazionale, senza tralasciare l’azione di contrasto dei reati predatori e di atti vandalici. Per tutti questi obiettivi e anche per l’attenzione da riservare alla campagna elettorale in vista della competizione di settembre, massimi impegno e sforzo sono stati assicurati dalle Forze dell’Ordine e dalla Polizia Stradale, oltre che, per i temi di interesse, dal rappresentante della soc. Autostrade e di Anas, che hanno informato della rimozione di molti cantieri in vista dei maggiori flussi di traffico, al fine di rendere il più fluida possibile la viabilità, con la permanenza soltanto di alcuni lavori manutentivi indispensabili, come quelli all’altezza dei viadotti tra Monteforte e Avellino Ovest, direzione Bari della A16.

Un focus specifico è stato riservato alla viabilità lungo il raccordo autostradale Avellino- Salerno, in relazione al nuovo dispositivo introdotto da Anas, in vigore da ieri e fino al 2 settembre p.v., secondo cui, nella fascia oraria compresa tra le ore 10.00 e le ore 14.00, dal lunedì al venerdì – ad eccezione dei giorni festivi prefestivi – è consentito il transito all’interno della galleria Montepergola in un unico senso di marcia e solo in direzione Salerno a tutti i veicoli, senza limitazioni di peso, mentre è interdetto il transito in direzione Avellino. Dal Tavolo non sono emerse particolari criticità in questi primi due giorni di sperimentazione, grazie ai presidi ed alle misure messe in atto da Anas, Provincia, Polizie Locali, Polstrada e da tutte le Forze dell’Ordine che concorrono a garantire, nell’ambito della generale cornice di sicurezza, la più fluida circolazione stradale per mitigare i disagi degli utenti. Si è registrata, in ogni caso, la necessità di un maggiore coordinamento anche con i Corpi di Polizia Municipale dei Comuni maggiormente interessati, come Montoro e Solofra, che sarà oggetto di approfondimento in occasione di un apposito tavolo in Questura.

Tra i temi affrontati dal Consesso anche l’attività di prevenzione degli incendi boschivi e di quelli che si verificano nelle adiacenze dei perimetri stradali, che per le elevate temperature del periodo e i conseguenti connessi maggiori rischi richiedono di innalzare ulteriormente il livello di attenzione. Sul punto, sia il Comandante dei Vigili del fuoco – secondo cui al momento non sono stati registrati eventi di particolare criticità -, sia il rappresentante del Corpo Forestale dei Carabinieri -, che ha illustrato i report delle analisi svolte negli ultimi 12 anni ed i dispositivi già predisposti sulla base di una ripartizione del territorio per aree maggiormente esposte al fenomeno, che resta di matrice essenzialmente dolosa – hanno assicurato il massimo impegno.

Particolare attenzione è stata anche dedicata al territorio di Lioni, dove il Sindaco ha segnalato alcuni episodi, anche non oggetto di denuncia, di microcriminalità e di aggressioni, specie tra minori. Le Forze dell’Ordine hanno messo in campo un’attività di prevenzione generale, oltre ad aver proceduto a recenti arresti collegati al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. In ogni caso il Prefetto ha disposto un ulteriore intensificazione dei servizi di Polizia negli orari e nelle giornate più sensibili, in modo da garantire una più elevata percezione di sicurezza in seno alla comunità locale.

In merito alla “ movida” e agli eventi dell’agenda estiva della città Capoluogo, le Forze dell’Ordine non hanno evidenziato situazioni di interesse sotto il profilo dell’ordine e la sicurezza pubblica; in ogni caso il Sindaco di Avellino, nel ribadire ogni sforzo da parte della Polizia locale, anche per i controlli sul rispetto del divieto di vendita di alcool ai minori, ha assicurato attenzione a tutte le esigenze rappresentate dalla comunità nelle sue diverse espressioni – cittadini ed esercenti – per un più proficuo bilanciamento degli interessi in campo. Il Prefetto ha, comunque, garantito che dalle Forze dell’Ordine sarà assicurata un’azione dedicata per gli eventi più significativi.

Nel corso della riunione, a fronte della ripresa di feste tradizionali particolarmente sentite dalla popolazione locale, come l’Alzata e la Tirata dei Carri, i Sindaci dei Comuni di Fontanarosa e Flumeri hanno rappresentato di aver integrato i piani di sicurezza, raccogliendo le indicazioni dei Vigili del Fuoco e garantendo il rispetto delle misure di safety e security. Il Prefetto a riguardo ha assicurato la cornice di sicurezza da parte delle Forze di Polizia anche per questi eventi.

“Occorrono- ha sottolineato il Prefetto – oltre al costante e impegnativo lavoro delle Forze dell’Ordine, sforzi congiunti da parte di tutte le Istituzioni, unitamente alla collaborazione degli esercenti privati e degli stessi cittadini- che hanno già dimostrato, in un periodo complesso e delicato come quello della pandemia un elevato senso civico -, per godere al meglio del periodo di Ferragosto, in modo da coniugare l’auspicabile ripresa del settore turistico e dell’economia in generale, con la necessità di tutelare la sicurezza delle persone e la salute pubblica. Di qui le misure concordate in seno al Consesso provinciale per incrementare ulteriormente le attività di prevenzione e contrasto ad ogni forma di illegalità”.