Esce dalla Cattedrale e muore per infarto: la tragedia a Ferragosto

0
45

Ariano Irpino – Il 15 agosto 2005 sarà ricordato dalla famiglia Tubita quale il giorno della tragedia. Un dramma, quello che si è verificato nel giorno di Ferragosto, che ha sconvolto la comunità di Ariano Irpino e di Contrada Cupa Morte: Giovanni Tubita, 81enne arianese doc, dove aver partecipato alla celebrazione della Santa Messa nella Cattedrale di Maria Santissima dell’Assunta insieme alla moglie Angiolina, stava facendo rientro a casa quando il destino ha colpito. L’uomo, che teneva sotto braccio la compagna di una vita, si stava recando in Via Parzanese, a pochi metri di distanza dalla Cattedrale, dove aveva parcheggiato il suo motoape. Ma, dopo essere sceso per le scale, improvvisamente si è sentito male e si accasciato sull’asfalto trascinando con sé la moglie. Sono state le urla di aiuto della donna ad attirare i soccorritori. Sul posto tanta gente, anch’essa appena uscita dalla Chiesa, ma anche i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino ed i volontari del 118. purtroppo, i soccorritori non hanno potuto fare nulla. Al loro arrivo la tragedia si era già consumata. In Via Parzanese anche il medico legale di turno che, dopo l’esame esterno sul cadavere, ha confermato nell’arresto cardiocircolatorio fulminante la cause del decesso di Giovanni Tubita. E mentre nella centralissima Ariano si consumava la tragedia, a pochi chilometri di distanza si festeggiava la centenaria “nonna” Raffaella Grasso. Lacrime, di gioia e di dolore, per una vita che raggiungeva il traguardo dei 100 anni e per una vita che si spezzava. Intanto, il 15 agosto non sarà dimenticato neppure dalle famiglie di Anna Grasso e di Raffaele Sasso: due vite spezzate sulla strada. In loro ricordo, a Rione Martiri e a Camporeale tanti fiori bianchi. (Emiliana Bolino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here