Esami truccati a Salerno: li pagavano in fumetti

Esami truccati a Salerno: li pagavano in fumetti

31 Marzo 2021

Sistemi informatici violati anche in cambio di fumetti ed  esami truccati all’Università di Salerno, con delle graduatorie che sarebbero state falsificate da due dipendenti della struttura universitaria a Fisciano. Questa mattina la guardia di finanza salernitana ha applicato gli arresti domiciliari a un 65enne , Carmine Leo, e a un 53enne, Carmine Cioffi. Altre quarantadue persone, fra studenti e familiari, sono indagate e le indagini procedono.

I due dipendenti finiti agli arresti domiciliari sono accusati, a vario titolo, di accesso abusivo al sistema informatico, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e induzione indebita a dare utilità.

Le indagini sono partite dalla denuncia dei vertici dell’Ateneo che avevano rilevato delle irregolarità nella procedura di immatricolazione di due studenti, iscritti alla Facoltà di Medicina, senza essere in posizione utile nella graduatoria nazionale dei test d’ingresso.

Fra i regali, ricevuti dai dipendenti arrestati, ci sarebbero proprio dei preziosi fumetti. Uno dei due indagati avrebbe usato le proprie credenziali per accedere al sistema informatico, facendo risultare come sostenuti esami mai fatti.