Esami di stato in sicurezza in Irpinia, la Prefettura tranquillizza i maturandi

Esami di stato in sicurezza in Irpinia, la Prefettura tranquillizza i maturandi

15 Giugno 2021

Anche quest’anno, a conferma dell’impegno dedicato dagli attori istituzionali al mondo della scuola in questa delicata fase storica, grande attenzione è stata riservata dalla Prefettura e dalle Forze dell’Ordine, oltre che dall’Ufficio Scolastico Provinciale, allo svolgimento in sicurezza degli esami di maturità, che avranno inizio a partire da domani 16 giugno.

Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Avellino, Paola Spena, alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine, del Sindaco di Avellino e del Dirigente dell’USP ha, infatti, affrontato il tema, incentrando la disamina sia sulle esigenze trasportistiche dei circa 2.000 maturandi suddivisi per 121 commissioni, di cui 53 nel Capoluogo, sia sui servizi di vigilanza e controllo che saranno potenziati nei pressi degli istituti scolastici impegnati, per assicurare il regolare espletamento delle prove, che pure in questa occasione consisteranno in un esame orale con presenze scaglionate dei maturandi.

Per quel che attiene il servizio di trasporto pubblico, allo stato, non sono emerse particolari esigenze, ma è stato confermato il costante monitoraggio che sarà svolto dalle aziende del TPL, per verificare l’eventuale necessità di servizi aggiuntivi da mettere in campo, per la cui copertura economica la Regione Campania ha assicurato ampia disponibilità.

Il Prefetto, nel sottolineare l’imprescindibilità del rispetto dei già consolidati protocolli di sicurezza sanitaria, ha rammentato che si tratta della prima prova veramente importante che i ragazzi si trovano ad affrontare a conclusione di un ciclo formativo che ha certamente vissuto la sperimentazione di nuove forme di organizzazione didattica, calibrate per assicurare, in ogni caso, anche in un momento particolarmente difficile, i bisogni formativi degli studenti e prepararli sempre a nuove e più ambiziose sfide.

“Ai docenti – conclude il Prefetto – l’augurio di buon lavoro, e ai maturandi l’auspicio che, rafforzati dalle difficoltà degli ultimi tempi, possano affrontare con consapevolezza e responsabilità il percorso di studio e di lavoro che li aspetta con ragionata fiducia, determinazione e l’entusiasmo che aiuta i giovani nelle migliori imprese”.