Ercolino brinda alla nuova stagione. Guardia: Monroe scavalca Rush

0
2

Avellino – Chi sperava di sentir pronunciare il nome della nuova guardia della Scandone, magari quello di Kareem Rush, è restato parzialmente deluso. Ma i tifosi irpini hanno ben altro per cui gioire: alla presentazione della nuova Scandone infatti il patron Ercolino e i tre atleti intervenuti – Cortese, Troutman e Brown – hanno dimostrato di avere una incredibile voglia di far bene, di stupire e di riportare il sereno in casa Scandone. Facce distese, sorrisi, foto con i fans e un lauto aperitivo hanno accompagnato la prima uscita dei cestisti tra gli sguardi incuriositi dei passanti e gli applausi dei tifosi. Sul fronte del mercato si continua a seguire la doppia pista Rush-Monroe. La trattativa per il primo a quanto pare ha subito un brusco stop, ma non è del tutto sfumata. L’alternativa c’è ed è più che concreta: si tratta per l’appunto di Chris Monroe, l’ex Napoli che convince sia dal punto di vista tecnico che fisico. Se Rush dalla sua può vantare una esperienza incredibile Nba (oltre 10 punti di media con Charlotte nel biennio 2004-2006 e due apparizioni consecutive ai playoff nei Lakers di Kobe Bryant con oltre 12 minuti di impiego) Monroe ha dalla sua una versatilità atletica che gli permetterebbe di giocare bene anche al fianco di Lauwers. Non va dunque assolutamente considerato come una seconda scelta o uno ‘scarto’ seguito al possibile mancato accordo con Rush (dove da valutare è anche la sua condizione fisica, visto il brutto infortunio che ne pregiudicò la carriera tra i Pro Usa e i continui acciacchi degli anni a venire). La squadra intanto prosegue con gli allenamenti, per il momento tutti rivolti all’aspetto fisico: corsa, step, stretching e ‘suicidi’ non tolgono il buonumore ai neo biancoverdi, tutti entusiasti per il calore con il quale sono stati accolti. “Attendiamo ora solo la firma della guardia – ha detto il patron Vincenzo Ercolino per chiudere il roster e lanciarci a capofitto nella nuova stagione. Con questa iniziativa voglio cercare di ricreare lo spirito familiare e conviviale che ci ha permesso due anni fa di salire sul tetto d’Italia e di affacciarci in Europa. I ragazzi sono tutti disponibili e gentili, credo che stia venendo su davvero un buon gruppo pronto a regalarci nuove soddisfazioni”.
A concludere la mattinata lo stappo dello spumante da parte di Dee Brown, già incoronato leader della squadra, in compagnia di Ercolino e di un Troutman che sembra aver davvero gradito il ritorno alla cucina italiana. “Anche in Francia si mangia benissimo, ma il cibo italiano è tutta un’altra cosa”. (giu.mat)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here