Era l’autore di diversi incendi nella valle Telesina: finisce in carcere

0
1047

Dopo diversi anni si conclude una vicenda, legata al fenomeno degli incendi boschivi di natura dolosa nella Valle Telesina, cominciata nell’estate del 2016; si è proceduto nei giorni scorsi, all’arresto di un uomo di Vitulano (BN), in esecuzione dell’ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica di Benevento.

All’uomo è stata inflitta la pena di 4 anni e dovrà scontare 2 anni ed 8 mesi presso l’istituto Penitenziario di Benevento avendo già scontato un anno e tre mesi di custodia cautelare agli arresti domiciliari fino ad ottenerne poi la revoca. Inutili quindi sono stati i ricorsi in Appello prima ed in Cassazione poi.

I militari dopo un’intesa attività investigativa attraverso operazioni di pedinamento, controllo ed installazioni di sistemi di videosorveglianza avevano individuato l’autore di svariati incendi boschivi avvenuti in estate nel comune di Solopaca in località Monticelli-Cerzito. Nelle circostanze degli eventi, sul luogo dell’incendio, era stata notata la presenza di una Volkswagen Polo. Era stato pertanto installato un dispositivo GPS sotto la predetta autovettura così da tracciarne i movimenti.

Dall’esame dei filmati, fu provato che all’imbrunire, l’uomo si dirigeva a ridosso delle locali aree boscate appiccando l’incendio in più punti con un banale accendino, salvo poi dileguarsi immediatamente. Tale modus operandi avrebbe consentito la celere ricrescita del manto erboso, favorendo pertanto il pascolo abusivo in area per di più vietata e tutelata paesaggisticamente in quanto ricadente in parte nel Parco Regionale del Taburno Camposauro. È importante ricordare che, su tutti i terreni percorsi da incendio, sono vietati per 10 anni sia il pascolo che la caccia, nonché la realizzazione di infrastrutture ed edifici. Ancora, per 5 anni, sono vietate tutte le attività di rimboschimento. Quest’ultimo aspetto appare in tutta la sua drammaticità poiché non essendo più possibile il rimboschimento (e quindi il rinsaldamento) di un’area percorsa da incendio, la stessa risulterà nella successiva stagione invernale potenzialmente oggetto di fenomeni di dissesto idro-geologico, quali frane e smottamenti