Emergenza criminalità, cominciata la seduta “allargata” a Palazzo di Città

Emergenza criminalità, cominciata la seduta “allargata” a Palazzo di Città

7 Ottobre 2019

Renato Spiniello – Cominciato a Palazzo di Città il Consiglio Comunale monotematico sul tema “Emergenza Criminalità in Città, Sicurezza e Ordine Pubblico”, dedicato all’escalation di avvenimenti che hanno scosso il capoluogo, a partire dalla bomba nell’auto dell’imprenditore Sergio Galluccio, gli spari ai veicoli della famiglia di Damiano Genovese e l’aggressione subita dall’Assessore comunale Geppino Giacobbe.

Le Istituzioni, dunque, non stanno a guardare e dopo il vertice a Palazzo di Governo, l’arrivo dei rinforzi dei reparti speciali del C.I.O. a supporto dei Carabinieri provinciali, la maxi-riunione in Procura alla presenza del Procuratore di Napoli Giovanni Melillo e dei magistrati della Dda napoletana, che si sono confrontati col capo degli inquirenti irpini Rosario Cantelmo e il vertice, stamane, tra il Sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia, e il Prefetto Maria Tirone, prima, e successivamente lo stesso Cantelmo, l’argomento, dopo un primo rinvio, arriva finalmente anche nel civico consesso.

Assise cominciata con la surroga della Consigliera dimissionaria Biancamaria D’Agostino con Monica Spiezia, prima tra i non eletti della lista della Lega alle scorse amministrative, che prenderà il posto nel civico consesso al posto della già candidata sindaco.

Presenti in Aula e invitati a partecipare ai lavori, tra gli altri, anche il Comandante della Polizia Municipale, Colonnello Michele Arvonio, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Avellino, luogotenente Bruno Ronca, il Presidente di Confindustria, Pino Bruno, il Presidente della Camera di Commercio, Oreste La Stella, il Presidente dell’Ance, Michele Di Giacomo, i sindacalisti Franco FiordellisiMario Melchionna, Luigi Simeone e Costantino Vassiliadis, il parroco don Vitaliano Della Sala, il Presidente dell’associazione anti-usura e anti-racket Domenico Capossela, il sindaco di Montoro Girolamo Giaquinto e il segretario provinciale della Lega, Sabino Morano. Tra il pubblico presenti anche gli ex sindaci Paolo Foti e Vincenzo Ciampi.