Elezioni regionali: è partita la grande corsa verso palazzo Santa Lucia

Elezioni regionali: è partita la grande corsa verso palazzo Santa Lucia

7 Gennaio 2020

Michele De Leo – Neanche il tempo di lasciarsi le festività alle spalle, è già partita la grande corsa per provare ad ottenere una candidatura in vista delle prossime elezioni regionali. Sono in tanti a cercare un posizionamento nelle varie liste a supporto dei candidati alla carica di Governatore che, peraltro, restano ancora da definire: se, da un lato, il presidente uscente Vincenzo De Luca è certo di essere al via – non ha ancora ottenuto il sostegno ufficiale delle varie forze politiche di centrosinistra ed i Cinque Stelle continuano ad avversarlo – dall’altro Stefano Caldoro ha ricevuto il via libera di Silvio Berlusconi ma la sua candidatura continua a provocare malumori e mal di pancia non solo con gli alleati, ma pure all’interno di Forza Italia. Le liste per il parlamentino consentono, ad ogni partito, la candidatura di quattro rappresentanti. Per questo, pure nella tornata di primavera, ci sarà spazio per alcune liste civiche. In attesa che il Partito democratico sciolga la riserva, Italia Viva appare già decisa a presentarsi al fianco del Governatore uscente. In Irpinia, sarebbe certo di una candidatura il consigliere uscente Enzo Alaia, che ha aderito al partito sin dalle prime ore. Lavorano per una candidatura anche gli altri uscenti: Rosetta d’Amelio – che ha esternato a Irpinianews.it la sua volontà di essere della corsa “solo se il partito me lo dovesse chiedere” – e Maurizio Petracca potrebbero entrare nella lista del Pd, mentre Carlo Iannace dovrebbe, ancora una volta, capeggiare una lista civica a sostegno del Presidente. Stesso percorso potrebbe seguire Francesco Todisco che – dopo essere stato seduto nel parlamentino nel periodo di sospensione di Iannace – è stato nominato consigliere delegato del presidente per le aree interne. Un ruolo determinante sarà affidato agli amministratori locali che – forti del consenso ottenuto sul territorio – potrebbero trovare spazio nelle varie liste. Il sindaco di Montella, Rizieri Buonopane e il suo collega di Montemarano, Beniamino Palmieri si contendono una casella nella lista di Italia Viva. In quota centrosinistra si fanno strada pure i nomi del primo cittadino di Villamaina, Stefania Di Cicilia, dell’ex sindaco di Grottaminarda Giovanni Ianniciello. A sostegno del centrodestra e di Caldoro, invece, potrebbero correre il vice sindaco di Castel Baronia ed ex presidente della Comunità montana dell’Ufita, Carmine Famiglietti – protagonista, il prossimo 11 gennaio, di una iniziativa pubblica ad Ariano con l’ex assessore regionale Severino Nappi – l’ex primo cittadino di Pratola Serra Antonio Aufiero (la sua candidatura in quota Forza Italia è già stata blindata dall’eurodeputato Roberto Castelluccio) e l’ex sindaco di Montella Ferruccio Capone. Nelle fila dei demitiani, in attesa che Antonia De Mita sciolga le riserve, restano in corsa l’ex sindaco di Altavilla Mario Vanni e l’ex Manager del Moscati Pino Rosato. Con il Movimento Cinque Stelle, ambiscono ad un seggio l’ex sindaco del capoluogo Vincenzo Ciampi e altri assessori e consiglieri del suo gruppo. Il tempo a disposizione per la definizione degli schieramenti è, però, ancora molto. Le sorprese, c’è da starne certi, non mancheranno.