Due nuove adesioni e nella VII circoscrizione il Fiorellino aumenta

0
15

In settima circoscrizione il gruppo di Dl – La Margherita si amplia. Con l’adesione di Gianrita Bruno e Gaetano De Bonis il numero degli esponenti del Fiorellino nel parlamentino cittadino arriva a quota undici. Tutti insieme, ora, guardano all’elezione del presidente. E lo fanno con un documento programmatico – sottoscritto da Alberto Belfiore, Alfonso Iannaccone, Robertino Marinella, Stefania Pizzorno, Costantino Cucciniello, Gianfranco Guarino, Ilaria Pellecchia, Lorenzo Tornatore, Gianluca La Sala, Gaetano De Bonis e Gianrita Bruno – mediante il quale gli undici consiglieri “ritenendo superate le esperienze civiche”, si impegnano per la realizzazione di alcune iniziative. La realizzazione di una piazza pluriuso a Bellizzi, da realizzare mediante un project financing, e quella di un collegamento per l’asse viario Polverista-Prefabbricati pesanti con l’utilizzazione del primo finanziamento inserito nel bilancio comunale 2003. Sempre sul fronte della viabilità, i consiglieri indicano tra le priorità anche collegamenti trasversali tra Via V. Giordano e Via Giancola, l’ampliamento e la sistemazione delle strade rurali Via Contrada Cesine dal tratto che conduce ai serbatoi idrici fino a Bosco dei Preti, con relativi sottoservizi (reti fognarie, bianca e nera, e completamento pubblica illuminazione) e l’ampliamento e la sistemazione delle strade Cesine e contrada S. Oronzo con relativi sottoservizi (fogna bianca e nera). Sul piano della cultura, i consiglieri ribadiscono la volontà di diffondere e valorizzare la tradizione popolare di Bellizzi della Zeza, di proseguire nella collaborazione con le Associazioni di volontariato e nella programmazione e realizzazione di attività socio-ricreative, culturali e teatrali. Ci sono poi punti del programma riservati allo sport, con il potenziamento definitivo della struttura sportiva polivalente di via Fontana, e al risanamento ambientale – collaborazione con l’Istituzione scolastica locale per sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata e alla salvaguardia dell’ambiente, realizzazione di aree verdi attrezzate, sistemazione definitiva della collina con la irregimentazione delle acque piovane, e risanamento del torrente Schiti. Nel documento trova spazio anche il capitolo dedicato alla riqualificazione Urbana e alle attività produttive, con “la valorizzazione dell’antico borgo (Con Finanziamenti pubblici : POR Campania, Progetti integrati e S.T.U.) attraverso la ristrutturazione dei fabbricati antichi, riqualificazione facciate storiche e sistemazione aree pubbliche (Piazza Napoli, Via Giancola, Parcheggio), la demolizione Prefabbricati pesanti e ricostruzione in Edilizia tradizionale con valorizzazione a Verde dell’area, e la realizzazione area PIP Cda Tufarole-Carcere con relativi servizi e valorizzazione artigianato locale. Tra gli obiettivi resta lo sviluppo delle contrade rurali con la realizzazione di parchi agricoli, percorsi della salute ed agriturismo in collina, e la valorizzazione dei pregiati prodotti locali, salvaguardia delle imprese locali operanti nel settore Agroalimentare con utilizzo di appositi fondi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here