Due autobus irregolari, stop a due gite scolastiche

Due autobus irregolari, stop a due gite scolastiche

6 Aprile 2018

“Nel 2017, su 800 controlli effettuati dalla sola Polizia Stradale a Napoli e provincia circa il 20 per cento dei mezzi è risultato non in regola. Il campionario delle infrazioni e violazioni è ampio e va dai dispositivi di equipaggiamento alterati o non funzionanti ai pneumatici lisci, dalle cinture di sicurezza non a norma o non funzionanti fino ai fari guasti. Ma anche specchi retrovisori danneggiati, estintori inefficienti o uscite di sicurezza non agibili, mancanza di martelletti frangivetri e cassette di pronto soccorso vuote”.

La notizia riportata da Il Mattino di Napoli viene rafforzata anche dagli ultimi casi registrati tra Pomigliano e Chieti: due gite scolastiche rimandate perché gli autobus sui quali viaggiavano gli studenti presentavano gravi irregolarità. Irregolarità che avrebbero potuto mettere in pericolo la vita e la sicurezza delle persone a bordo.

A Pomigliano d’Arco, infatti, una scolaresca di un istituto superiore pronta a una gita d’istruzione di tre giorni in Veneto si è vista costretta a rinviare la partenza perché la Polizia Stradale, su invito del dirigente scolastico, all’atto dell’effettuazione dei controlli di rito al bus ha riscontrato gravi violazioni del contratto e difformità nei documenti degli autisti.

Stessa situazione per 41 ragazzini di una scuola primaria di Lanciano. A trovare gravi irregolarità nel pullman sono stati gli agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Lanciano coordinati dal comandante della Polstrada di Chieti Commissario capo Fabio Polichetti, nel corso di un’operazione capillare di verifica in occasione della partenza per le gite scolastiche, in attuazione al protocollo d’intesa con il Miur.

“Infatti il pullman presentava una coppia di pneumatici fortemente usurati e lesionati e che sarebbero potuti esplodere; inoltre è stato riscontrato il mancato corretto funzionamento di ben 3 cinture di sicurezza che in caso di incidente non avrebbero funzionato“.

Poiché “non vi erano i requisiti di sicurezza, gli agenti della Stradale – prosegue la nota – hanno pertanto deciso di bloccare il pullman e sanzionare l’autista per le gravi violazioni”.