Domicella – Oggi la IX edizione della Festa delle Rose

0
6

Domicella – Oggi pomeriggio, alle 17, nel caratteristico borgo di Domicella, si terrà la IX edizione della “Festa delle Rose”. Organizzata da Carmine Palmese, proprietario di un locale vivaio di rose antiche e storiche, la kermesse nasce con l’intento di celebrare, tra poesia, arte e musica, la ‘regina dei fiori’, da sempre considerata simbolo di eleganza, bellezza e fragilità. Coltivata dalla notte dei tempi (si dice sia stato Sargon I a promuoverne la coltivazione nel 2300 a.C.), la rosa è, di certo, il fiore più cantato dai poeti. Omero ci dice che Aurora, la dea del mattino, con “dita di rosa” dipinge di colore il mondo ad ogni alba. Saffo, Catullo, Anacreonte, Virgilio, Ovidio, Erodoto, Plinio ed Ippocrate sono stati stregati dal suo fascino così come i trovatori medioevali che s’ispiravano al suo simbolo. Lo stesso Dante paragona l’amore paradisiaco al centro di una rosa. In tempi più vicini a noi troviamo, invece, D’Annunzio, Giovanni Pascoli, Pier Paolo Pasolini e Umberto Eco che non hanno saputo resistere alla tentazione di usarla come pietra di paragone per esseri umani o divini. La rosa è sempre stata un elemento indispensabile di cerimonie religiose o laiche, passando indenne, dai pagani ai cristiani, per il suo significato di perfezione. Coltivata da re Mida, usata in tutto il mondo antico per unguenti e profumi, amata da Cleopatra e dai Cesare di Roma, la rosa è da sempre considerata il fiore di Venere e, dunque, il fiore di tutte le donne. Oltre ad essere decorative le rose sono una sorta di vocabolario vegetale. A seconda del colore, infatti, possono portare una infinità di messaggi diversi. La rosa rossa è passione, desiderio; quella gialla, gelosia e infedeltà; la bianca, amore puro e spirituale; quella rosa simboleggia l’innocenza, la tenerezza, l’amicizia, l’affetto mentre quella rosa scuro la gratitudine. I suoi colori sono svariati e comprendono quasi tutti i colori dell’arcobaleno, tutti tranne l’azzurro per il quale ancora oggi è sfida aperta anche se, come si diceva un tempo, la rosa azzurra è il simbolo …dell’impossibile! (vica)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here