Domani farà buio un’ora più tardi, ritorna l’ora legale

Domani farà buio un’ora più tardi, ritorna l’ora legale

28 Marzo 2020

Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo dovremo spostare gli orologi un’ora avanti, scatterà infatti l’ora legale. Si dormirà un’ora in meno, ma a partire da domenica farà buio un’ora più tardi. L’ora legale – che sostituisce quella solare, in Italia esiste dal 1916, quando nel Paese infuriava la seconda guerra mondiale – ha il vantaggio di farci risparmiare sull’energia perché consente di far un uso minor uso di energia elettrica per l’illuminazione.

Nel tempo l’ora legale è stata più volte sospesa e di nuovo introdotta. Ritornata definitivamente in vigore nel 1966 (durante un periodo di crisi energetica) fino al 1980 è restata in vigore da maggio a settembre. Dal 1981 la data di introduzione è stata anticipata all’ultima domenica di marzo. Dal 1996 il passaggio dall’ora solare a quella legale avviene con uguali tempi (fusi orari a parte) e modalità tra tutti gli stati dell’Unione Europea. Ultimamente, però, l’Unione europea ha abolito l’obbligo per i vari Paesi che ne fanno parte di ricorrere all’ora legale e ogni Stato è stato invitato a decidere come comportarsi. L’Italia ha deciso – e ha rivolto in merito richiesta formale Bruxelles -di continuare ad utilizzarla.