Dissesto o pre-dissesto, in Comune è l’ora delle scelte

0
6

Dissesto e pre-dissesto, si decide. La triade prefettizia ha tempo fino al 28 febbraio per chiudere la partita sui conti ed evitare che l’ente di Piazza del Popolo entri in amministrazione ordinaria.

Per domani, mercoledì 30 gennaio, il commissario straordinario Giuseppe Priolo ha convocato i dirigenti di Palazzo di Città per una riunione utile a sciogliere gli ultimi dubbi tra dissesto e pre dissesto. In quella sede si affronterà il nodo del disavanzo di 36 milioni di euro.

In alternativa all’ipotesi dissesto che, in linea con la gestione Ciampi, resta l’ipotesi più probabile, ci sarebbe un piano di predissesto che sarebbe stato redatto e depositato dal dirigente del settore finanze Gianluigi Marotta con un’ipotesi di rientro di 20 anni.

Al momento, in vista di un confronto che si annuncia decisivo, sono queste le due ipotesi in campi sulle quali il commissario Priolo sarà chiamato ad esprimersi e decidere. Improbabile che già domani emerga una parola chiara e definitiva sulla situazione finanziaria dell’amministrazione di piazza del Popolo, ma è chiaro che il tempo a disposizione per la decisione è sempre più esiguo.