Difficoltà al Pronto soccorso di Avellino, l’allarme del dottore Sanseverino

0
2565

Difficoltà al Pronto soccorso di Avellino, l’allarme del dottore Sanseverino. Il medico d’urgenza dell’ospedale “Moscati”, referente provinciale dell’Anaao Assomed (il sindacato dei medici e dei dirigenti sanitari) conferma per grandi linee le preoccupazioni espresse su “Il Mattino”.

“Le criticità del Moscati sono pressoché uguali a quelle di tutta Italia”, ci spiega Sanseverino. “Una su tutte è la mancanza di posti letto nelle corsie. Per questo motivo, i pazienti restano nel pronto soccorso anche per due o tre giorni. Ad Avellino succede, purtroppo, quello che si verifica nel resto del Paese”.

Il pronto soccorso del nosocomio di contrada Amoretta, quindi, si trasforma in un reparto vero e proprio. Per medici ed infermieri, il lavoro rischia di trasformarsi in un incubo.

“I colleghi del pronto soccorso di Medicina d’Urgenza fanno fino a otto notti al mese, non è senz’altro una cosa positiva”, sottolinea Sanseverino. “Mancano almeno 6 medici, siamo sottodimensionati”.