Differenziata, frazione organica di scarsa qualità: Irpiniambiente “bacchetta” i Comuni

Differenziata, frazione organica di scarsa qualità: Irpiniambiente “bacchetta” i Comuni

25 Settembre 2019

Irpinambiente ha comunicato, a tutti i Comuni della provincia di Avellino, un abbassamento del livello di qualità della frazione organica. L’assessore alle Politiche Ambientali ed Energetiche di Avellino, Giuseppe Negrone, dichiara: “Consapevole che la nostra frazione organica è di buona qualità, si invitano i cittadini, i titolari delle attività commerciali, i responsabili delle grandi utenze (supermercati, scuole, uffici pubblici, ospedali, ecc.) a un maggiore impegno al fine di migliorare ancora di più il conferimento della frazione organica (Umido)”.

“Si riportano, a titolo esplicativo, i materiali che si possono conferire con la frazione organica (Umido): resti di frutta e di verdura; avanzi di cibo cotti o crudi; tovaglioli di carta; carta biodegradabile da cucina sporca; gusci di uova; semi e granaglie; capelli recisi; cenere spenta (da caminetto o stufa); fondi di caffè e filtri del the; fiori recisi e piccole piante da appartamento; lettiere biodegradabili di piccoli animali domestici”.