Detenuto si impicca in carcere, tragedia a Benevento

Detenuto si impicca in carcere, tragedia a Benevento

30 Agosto 2020

Tragedia nel carcere di Benevento. Un detenuto di 34 anni si è impiccato la notte scorsa all’interno della propria cella. Il detenuto si chiamava O. Araschid, cittadino marocchino giunto nella casa circondariale sannita il primo Agosto da Carinola e, precedentemente , era stato anche a Poggioreale e a Santa Maria Capua Vetere.

Era nel reparto dei sex offenders insieme ad altre 18 persone. Dopo il suicidio, il magistrato ha liberato la salma e la direzione del carcere ha avvisato l’ambasciata del Marocco di Roma siccome nel suo periodo di detenzione nessuno era mai passato a trovarlo.  Araschid non sembra avere ne parenti ne conoscenti e avrebbe concluso il suo periodo di reclusione nel 2021,

Samuele Ciambriello, garante campano per i carcerati, ha descritto così l’amaro episodio: “Ancora una volta disagi psicologici personali, sommati alle condizioni di vita nelle carceri, all’isolamento affettivo, al clima ambientale psicologicamente usurante delle carceri, alla mancanza di progettualità specifiche portano a morire di carcere e in carcere”.