D’Ercole: “Il masochismo di Galasso: continua a darsi date”

0
46

Avellino – “Il masochismo di Galasso…
perché il Sindaco continua a darsi date che sa che non potrà rispettare? dopo il Mercatone, il P.U.C…”. Così il capogruppo consiliare di An Giovanni D’Ercole. “Una cosa era emersa con chiarezza dal logorroico ed inutile documento che sanciva la finta pace tra DS e Margherita al Comune di Avellino: l’adozione del P.U.C. prevista per l’otto di ottobre. La data un pò inquietava, vista la concomitante pubblicità di un otto ottobre immaginato come un uomo con un sacco in testa, ma la ‘sfortuna’ del Sindaco Galasso con le date, che egli masochisticamente continua a porsi come termini per la risoluzione dei problemi, ha nuovamente trionfato. L’otto ottobre si è tenuta la Giunta che, però, ha cercato invano di far quadrare il cerchio sulla questione del Mercatone. Infatti, tale riunione è stata del tutto inconcludente, tanto è vero che sul Mercatone (come su quasi tutto, tranne che sulle poltrone) Margherita e DS hanno opinioni completamente diverse, confermando quanto diceva qualche giorno fa uno sconsolato Adiglietti: ‘sul Mercatone non so che idea abbia la maggioranza’. Del P.U.C., ovviamente, non si è proprio parlato! E allora ci chiediamo la tensione morale rialzata, la ritrovata collegialità, la centralità del consiglio, tutte le belle parole, insomma, del centrosinistra ‘uscito dal tunnel’ quale beneficio hanno portato alla Città che ancora non riesce a dotarsi dello strumento urbanistico? Qual è il livello massimo di vergogna capace di tollerare l’armata Brancaleone di Galasso? E soprattutto, quando questo centrosinistra finirà di prendere in giro gli Avellinesi, appigliandosi a date in libertà che, purtroppo per gli Avellinesi, non verranno mai rispettate?”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here