“Democrazie e Sovranismi”, all’Eliseo torna il Borgo dei filosofi

0
885

Avellino – Quattro giorni di confronti e dibattiti intorno al tema “Democrazie e Sovranismi”: torna il Borgo dei filosofi, decima edizione, nel nome di Aldo Masullo, a cento anni dalla sua nascita, e di Francesco Saverio Festa, professore di Storia della filosofia all’Università di Salerno.
Da domani, 3 maggio, e fino al 6 maggio, si svolgerà la rassegna di filosofia politica ideata da Angelo Antonio di Gregorio e patrocinata dal Comune di Avellino. Avrà luogo all’interno dell’Eliseo, che è sempre di più il cuore pulsante della cultura in città.
La kermesse si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, e dell’assessore alle Politiche giovanili ed agli Eventi, Stefano Luongo. Un ricco parterre di relatori e studiosi si alternerà in un dibattito che si preannuncia denso di spunti di riflessione.

Ecco il Programma
Mercoledì 3 maggio
ore 9:30
Nino Daniele
In memoria di Aldo Masullo
ore 10:30
Stefano Petrucciani
La democrazia nell'età della sfiducia
ore 12:00
Eugenio Mazzarella
Democrazie e Sovranismi una sfida di convivenza nel mondo globale

Giovedì 4 maggio
ore 10:30
Diego Fusaro
Sovranità e popolo come base della democrazia
ore 12:00
Anna Cavaliere
Democrazia e povertà

Venerdì 5 maggio
ore 10:30
Andrea Pitasi
Gioco a tre in quattro scenari: l’ordine mondiale spiegato facile
ore 12:00
Pietrangelo Buttafuoco
Elogio di Ciccio Tumeo

Sabato 6 maggio
ore 9:30
Paolo Ricci
Democrazia, Stato e impresa
ore 10:30
Massimo Adinolfi
Il momento democratico
ore 12:00
Ilvo Diamanti
La democrazia presidenziale
La presentazione del Borgo dei Filosofi

Il Borgo dei Filosofi è un festival di filosofia ideato dal Prof. Angelo Antonio Di Gregorio con la consulenza scientifica del Prof. Francesco Saverio Festa. La I edizione (2006), dedicata al tema “Condizione umana e ambiente: per un’etica del buon vivere”, ha visto la presenza, tra gli altri, di Aldo Masullo, Marco Tarchi, Vincenzo Vitiello. Alla II edizione (2007), sul tema “Identità e territori”, hanno preso parte prestigiosi pensatori stranieri quali Tzvetan Todorov e Imre Toth. Al problema del rapporto tra “Individuo e comunità” è stata dedicata la III edizione (2008), alla quale hanno partecipato figure del calibro di Zygmunt Bauman, Erwin Bader, Nicolao Merker, Massimo Donà. “Liberté, Egalité, Fraternité” è stato il titolo della IV edizione (2009), anch’essa palcoscenico di prestigiosi intellettuali italiani e stranieri quali, ad esempio, Biagio de Giovanni, Michel Onfray, Alain de Benoist.

“Homo, machina: la mente e l’intelligenza” è il suggestivo titolo della VI edizione (2011). Edoardo Boncinelli, Giuseppe Girgenti, Roberto Cordeschi, sono alcuni dei pensatori e degli scienziati che vi hanno partecipato. La VII edizione, dal titolo “Migrantes”, è stata realizzata nel 2016 grazie alla collaborazione del Forum dei giovani di Avellino e del Teatro Carlo Gesualdo. Nel 2017, l’ottava edizione, dal titolo “Identità europea e populismi”, è stata realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Avellino. Nel 2021, la nona edizione, in collaborazione con la Fondazione Sistema Irpinia e la Provincia di Avellino, è stata dedicata al tema “Dante filosofo” ed ha coinvolto diversi comuni dell’Irpinia.