“Decreto incendi”: UNCEM fa il punto ad Ariano Irpino

0
1298
Incendi_Boschivi

Venerdi 21 giugno alle ore 10,30 presso il Museo Civico e della Ceramica di Ariano Irpino presentazione pubblica delle iniziative degli enti locali per la prevenzione degli incendi boschivi e la riduzione del rischio per comunità e territori “Incendi boschivi: insieme per la prevenzione”

L’iniziativa a cura dell’UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani), sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche di coesione e per il sud.

Il “Decreto incendi” del settembre 2021 ha stanziato 100 milioni di euro per le aree interne del Paese da investire in prevenzione degli incendi boschivi. 40 milioni sono ancora da assegnare ai territori. Uncem nel corso del 2023 e del 2024 ha accompagnato Comunità e Unioni montane nella spesa, con un percorso di approfondimento e formazione.

“Ad Ariano Irpino – spiegano gli organizzatori – facciamo il punto con Sindaci, Amministratori, esperti, volontari, docenti universitari, cittadini, impegnati nelle attività di prevenzione, gestione forestale, monitoraggio, contrasto degli incendi, riduzione del rischio e delle emergenze”.

Interverranno Enrico Franza, Sindaco di Ariano Irpino, Vincenzo Luciano, Presidente Uncem Campania, Raffaela Manduzio, Avvocato esperto nella legislazione degli Enti locali, Italo Giulivo, Dirigente regionale della Campania per i Lavori pubblici e la Protezione Civile, Luca Veltri, Esperto di pianificazione di Protezione Civile, Emanuela Dutto, Esperta di pianificazione territoriale, Domenico Gambacorta, già Consigliere del Ministro per il Sud per la SNAI, Antonio Nicoletti, Dirigente nazionale Legambiente Foreste Parchi e Montagna, Marco Bussone, Presidente Uncem; i presidenti delle Comunità montane: Marcello Arminio, Comunità montana Alta Irpinia e Sindaco di Bisaccia, Teodoro Boccuzzi, Comunità montana Terminio Cervialto e Sindaco San Mango sul Calore, Raffaele Fabiano, Comunità montana dell’Ufita.

Sono invitati all’incontro pubblico tutti i Sindaci e gli Amministratori locali, i dipendenti degli Enti, i cittadini, gli insegnanti e gli studenti, le Associazioni locali, i Sindacati, i rappresentanti dei partiti politici, i Parlamentari, gli Assessori e i Consiglieri regionali.

Conferma la presenza