La Curva Sud incalza Mauriello e annuncia la maxi protesta

0
8

L’ennesimo striscione contro la società è apparso la scorsa notte ad Avellino dove giorno dopo giorno sale la tensione per la crisi Sidigas che ha portato alla paralisi di calcio e basket. Nel mirino della Curva Sud questa volta è finito soltanto Claudio Mauriello, che secondo la tifoseria biancoverde avrebbe tradito la piazza. Incalzato dalla contestazione, il presidente dell’Unione Sportiva starebbe pensando di rassegnare le dimissioni.

Nei suoi confronti anche il duro attacco contenuto nell’ultimo comunicato della Curva Sud pronta a scendere in piazza. L’appuntamento per la manifestazione collettiva è stato fissato sabato mattina alle 10 in Piazza Libertà. Un luogo simbolico dove i tifosi irpini si sono ritrovati in passato per condividere momenti di gioia. Adesso invece c’è spazio per la delusione da spazzare via con l’orgoglio.

Il comunicato della Curva Sud Avellino

“Nelle avversità il popolo irpino ha sempre mostrato il suo lato migliore: fiero, indomito e pronto ad affrontare le difficoltà. È giunto il momento di far sentire la nostra voce, la voce di chi ama i colori biancoverdi. Tutti abbiamo l’opportunità di vivere da protagonisti la nostra storia e di far capire che Avellino non è terra di conquista. Per questi colori, per questa città e questa provincia, bisogna avere rispetto. Facciamo vedere a tutti chi siamo, chi è il popolo irpino. Abbandonate le vostre poltrone, i vostri divani , le vostre postazioni Facebook.

Siate partecipi di quello che oltre a poter essere un cambiamento , è e sarà un’ occasione per far sentire la nostra voce. Siamo stanchi di chi ha tradito la nostra fiducia, stanchi di personaggi come Mauriello che hanno ostentato la loro “avellinesità” solo per difendere gli interessi del padrone De Cesare, comportandosi come il peggiore dei prestanome. Siamo stanchi di quello che viene definito “stile Sidigas”, che per noi è solo un mondo di menzogne, del resto anche in Tribunale vogliono vederci chiaro”.