Cucciniello: “Non temiamo alcuna indagine, con noi Avellino torna protagonista”

0
45

Renato Spiniello – A quasi un anno dall’inizio della sua prima esperienza amministrativa e alla ripresa delle due Commissioni consiliari di cui fa parte, il consigliere di maggioranza Giovanni Cucciniello traccia un bilancio. “Entusiasta del percorso intrapreso finora – dichiara – per me è la prima volta da amministratore e mi sono subito immedesimato in questo ruolo mettendo a disposizione del sindaco Gianluca Festa le mie competenze”.

Da laureato in Economia e manager d’azienda, Cucciniello non poteva che essere membro delle Commissioni Trasparenza e Bilancio. “Sapevo che sui conti la strada era in salita – confessa – ma condivido in pieno il percorso portato avanti dall’assessore delegato e annunciato dal sindaco nelle linee programmatiche, ovvero quello di non chinare il capo sotto la scure del dissesto tanto paventato da alcuni componenti della minoranza. La linea del pre-dissesto e quindi del Piano di Riequilibrio è stata invece ampiamente promossa dal Ministero e dalla Corte dei Conti, nonostante lungaggini burocratiche. Gli 8 milioni del fondo di rotazione, come ribadito da Vincenzo Cuzzola, troveranno utilizzo nel Bilancio di Previsione che voteremo in Aula nel mese di maggio”.

Il consigliere di maggioranza si dice entusiasta dall’annuncio dell’assessore Cuzzola di risanare i conti in una sola consiliatura e non negli 8 anni inizialmente previsti: “Significherebbe tanto e non solo per quest’amministrazione ma per l’intera città. Dopo anni di sacrifici si potrebbero abbassare le aliquote dei tributi comunali, attivare i servizi per i meno fortunati e completare le opere di urbanizzazione in tutte le contrade che circondano il centro. L’assessore e il Ragioniere capo Gianluigi Marotta hanno grandi competenze e stanno svolgendo un ottimo lavoro, tanto è che sono stati fugati tutti i dubbi sollevati dalle minoranze in questi mesi, dubbi e polemiche sterili registrate anche ieri mattina nelle dichiarazioni post commissione sull’utilizzo dei fondi comunali per l’emergenza Covid-19, figlie di una cultura del sospetto basata sul nulla, che si antepone alla nostra del rispetto del ruolo istituzionale che i cittadini ci hanno chiamato a svolgere e che in questo momento di grande difficoltà non ha davvero ragion d’esistere. Avellino deve ritrovare la sua centralità non solo in Campania ma nell’intero Mezzogiorno e con quest’amministrazione potrà certamente tornare protagonista”.

Cucciniello torna anche sulla polemica generata col capogruppo del Pd in consiglio comunale Ettore Iacovacci, presidente dell’altra commissione di cui fa parte. “Non temiamo alcuna indagine dopo il suo esposto a Procura e Prefettura. Non facciamo assolutamente ostruzionismo, infatti abbiamo partecipato alla commissione. Ci sembrava giusto però chiedere legittime delucidazioni sulle modalità di svolgimento in video-meeting affinché le riunioni fossero ritenute valide. A conferma della mia tesi, ieri in capigruppo il sindaco ha preso l’impegno di presentare un regolamento ad hoc per poter svolgere le attività consiliari da remoto, dopo la richiesta trasversale giunta da tutti i capigruppo. Vogliamo occuparci dei problemi e non certo fare ostruzionismo, come cerca di far credere il presidente Iacovacci. Ben venga, dal mio punto di vista, qualsiasi tipo di verifica sul nostro operato, al tempo stesso saremo attenti a segnalare qualsiasi anomalia”.

Infine un commento sulla scelta di devolvere gli emolumenti in favore dei cittadini meno abbienti che ne abbiano bisogno in questo momento di difficoltà economica. “Fiero di un gesto condiviso con tutti i consiglieri di maggioranza che ieri in Commissione Bilancio ha visto l’approvazione di tutti i componenti, mentre in occasione della commissione Trasparenza il presidente ha perso un’altra occasione per mettere da parte le polemiche” chiosa Cucciniello.