Criminalità, Avellino Più chiede l’insediamento del gruppo di lavoro

Criminalità, Avellino Più chiede l’insediamento del gruppo di lavoro

25 Novembre 2019

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Francesco Iandolo, consigliere comunale del gruppo Avellino Più:

Sono passati dieci giorni dall’approvazione della delibera di Consiglio Comunale che istituiva il
Gruppo di Lavoro per studiare e predisporre una proposta di Patto di Integrità
e/o una Proposta di Codice Etico” da realizzare in novanta giorni e ad oggi questo non si è ancora
riunito. Proprio oggi il consigliere comunale Iandolo ha rinnovato la richiesta al Presidente del
Consiglio Comunale di provvedere in tempi rapidi al suo insediamento.
Una proposta nata per dare una risposta ai gravi episodi accaduti a settembre in città e in
seguito al Consiglio Comunale monotematico tenuto il 7 ottobre.
Un problema, quello della presenza della camorra in città, che allora si percepiva solo
parzialmente, ma che nei giorni successivi è emerso con maggiore violenza a causa delle
inchieste della DDA sul Nuovo Clan Partenio e degli arresti effettuati in tutta la provincia.
E quella del gruppo di studio, secondo il consigliere Iandolo, è stata una risposta fin troppo
timida. Queste indagini, infatti, partite già da quattro anni, sono la dimostrazione di come mentre
la politica arrancava, la criminalità organizzata ha fatto i suoi interessi indisturbata. Proprio in
questo momento, infatti, non bisogna abbassare la guardia e lavorare sul piano culturale e sul
piano normativo per prevenire infiltrazioni della criminalità organizzata in tutti gli ambiti.
“Avrei preferito una commissione antimafia – sottolinea il consigliere Iandolo – così come
avviene a Milano e in altre città e come previsto anche dal Ministero degli interni. Quello che
auspico è che ascolteremo le istanze di terzo settore, movimenti, associazioni datoriali e
cittadini per provare a scrivere insieme regole condivise a maggiore tutela di tutta la comunità”.