Covid-19, il racconto del nuovo medico irpino contagiato

Covid-19, il racconto del nuovo medico irpino contagiato

13 Aprile 2020

di <strong>AnFan</strong> – C’è un nuovo positivo in provincia di Avellino. Si tratta del medico Carmine Sanseverino in attività al Moscati. Racconta: “Dunque come sapete la giornata è iniziata, per modo di dire, in quanto si è trattato della continuazione di una notte insonne con febbre elevata fino a 39°, con il tampone domiciliare praticato a domicilio dall’unità USCA dell’ASL. È stato il terzo che ho fatto. Consueto intenso fastidio (ma fino a dove arriva quello stupido lungo cotton fioc?). Il tampone mi è stato praticato nell’androne condominiale, mi è stato detto che sarebbe stato inviato per l’analisi all’Istituto zooprofilattico di Portici con referto previsto per domani. Risalito a casa ho di nuovo misurato i parametri”.

“La TC era di 38 gradi mentre la saturazione di ossigeno del 97% quindi nella norma. Comunque la cosa cominciava a preoccuparmi, ho visto nella mia vita professionale molte situazioni con febbre apparentemente sconosciuta senza alcun sintomo respiratorio che poi all’esame strumentale hanno dato sorprese. Decido quindi di non perdere più tempo dopo 4 giorni di febbre di cui tre con febbre elevata di recarmi al Pronto Soccorso per farmi fare una TC. Faccio precedere il mio arrivo da una telefonata e trovo il mio collega ultrascrupoloso Cosimo che mi indica come devo comportarmi per accedere all’area COVID”.

Gli operatori sanitari, purtroppo, si confermano la categoria più colpita in Irpinia. Sono oltre trenta medici e infermieri contagiati.