Coronavirus, summit tra il Prefetto e Sibilia. Il sottosegretario. “In Irpinia nessuna emergenza, situazione sotto controllo”

0
23

Alfredo Picariello – Coronavirus, l’Irpinia delle istituzioni si mobilita per mettere in campo ogni forma di prevenzione possibile. Questa mattina, a Palazzo di Governo, lungo ed articolato confronto tra il Prefetto di Avellino, Paola Spena, ed il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia. Confermato, intanto, per oggi pomeriggio il vertice, sempre in Prefettura, tra la Spena, le forze dell’ordine, l’Asl ed alcuni sindaci.

Al termine dell’incontro, il sottosegretario Sibilia ha fatto il punto della situazione. “Innazitutto – ha detto – dobbiamo rassicurare i cittadini irpini. Nonostante gli allarmismi che si sono venuti a creare in queste ore, non c’è nessuna emergenza in provincia di Avellino. Si stanno affrontando, con la massima attenzione, alcune situazioni marginali. Ci sono cinque comuni attenzionati, ovvero Montefusco, Solofra, Lauro, Taurano e Casalbore. L’Asl è attiva al 100%, le persone che hanno fatto ritorno dalle zone a rischio sono sotto costante osservazione e sono stati monitorati anche tutti i contatti che hanno avuto. Ripeto, non c’è nessuna emergenza, ovviamente ci vuole sempre la dovuta attenzione ma siamo in grado di gestire la situazione”.

“Occorre ricordare – sottolinea Sibilia – che, secondo i dati dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità, ndr), l’80% delle persone contagiate è in forma lieve e solo per il 2% delle persone con contagi maggiori, la situazione è fatale. Al momento in Irpinia ci sono delle comunicazioni dei sindaci ma non ci sono ancora delle ordinanze, perché la situazione non è tale da richierne l’emissione. Ovviamente, dobbiamo tenere presente il decalogo del ministero della Salute che tutti possono tranquillamente reperire. Bisogna mettere in atto gli accorgimenti minimi di una classica influenza. Certo, non stiamo dicendo che la situazione va mininizzata, ma, ripeto, il tutto è sotto controllo, anche perché le persone che hanno fatto ritorno in Irpinia dalle zone dove ci sono i focolai della malattia, sono asintomatiche e non presentano nessun profilo di rischio”.

Il summit di oggi pomeriggio in Prefettura servirà a rendere note tutte le misure che si intenderanno adottare. Nel frattempo, si dovrebbero tenere regolarmente le manifestazioni previste per il Carnevale e le scuole non dovrebbero essere chiuse, anche se, in alcuni comuni, i sindaci hanno preferito non far svolgere le lezioni. “Voglio ripetere che le persone tornate dalla Lombardia non sono in situazione di rischio e non devono essere nemmeno sottoposte a tampone”, dice il sottosegretario. “Il virus in Irpinia non c’è, in ogni caso, così come tutto il Paese, la provincia di Avellino è pronta ad affrontare qualsiasi tipo di emergenza, ci sono le strutture e le professionalità adatte”.