Coronavirus, necessario intervenire per potenziare i poli sanitari

19 Marzo 2020

In ordine alle notizie che giungono dagli Ospedali “Moscati” di Avellino e “Frangipane” di Ariano Irpino appare evidente una condizione di forte criticità che ci rappresenta una preoccupante difficoltà a garantire efficacia e tempestività degli interventi sanitari. Al di là delle rassicurazioni dell’Asl di Avellino e della Direzione sanitaria del Frangipane le problematiche relative alla operatività dell’Ospedale di Ariano, e all’adeguatezza delle strutture disposte presso l’Ospedale di Avellino stanno emergendo in modo preoccupante. Ci sarà tempo per analizzare la scelleratezza della politica dei tagli ai presidi ospedalieri di cui stiamo pagando prezzi pesantissimi.

Ora è necessario intervenire tempestivamente per dire parole di chiarezza sulle condizioni si sicurezza e fruibilità dell’Ospedale di Ariano, per potenziare di personale e strumentazioni sanitarie il Moscati e valutare immediatamente la riapertura e la riattivazione del presidio di Bisaccia. Dire che l’Irpinia è pronta alla gestione dell’emergenza significa, purtroppo, non affermare il vero. Prima se ne prende atto e prima sarà possibile assumere le decisioni conseguenti.

Si rivela, infine, fondata, la richiesta di Commisariamento dell’Asl di Avellino che avevamo formulato nei giorni passati, legata ad una oggettiva  inadeguatezza a gestire una situazione così complessa. Sarebbe il caso, anche qui, di prenderne atto tempestivamente con un cambio di passo radicale e una nuova cabina di regia per la gestione dell’emergenza sanitaria.