Coronavirus. Il premier Conte: ” Chiuderanno tutte le attività ad eccezione di quelle indispensabili “

21 Marzo 2020

Alle 23.30 di questa sera ha parlato nuovamente alla Nazione per informare tutto il popolo italiano delle ulteriori misure che il governo adotterà per contrastare l’emergenza Coronavirus, oramai diventata u vero e proprio fardello per l’Italia.

Il presidente dei Ministri apre il suo discorso ricordando le vittime di questi giorni e ribadisce quanto è importante continuare a rispettare le misure restrittive, definendole uno sacrificio minimo rispetto a chi lotta ogni giorno negli ospedali.

La decisione del governo, pur se lederà molto all’economia nazionale, è quello di chiudere tutte le attività non indispensabili. Decisione presa dopo un colloquio con le associazioni dei consumatori e sindacati.

Resteranno aperti: supermercati, farmacie, parafarmacie, servizi postali, finanziari, bancari e i trasporti. Per altre attività produttive necessarie, lo svolgimento del lavoro avverrà nel modello smart working.

Si allenta il motore della nostra nazione, ma la nostra comunità deve stringersi intorno all’unica cosa, ad oggi, fondamentale: la  vita.