Controvento atto II, c’è Annunziata. Di Gugliemo: “Chi non lavora alla lista Pd si chiama fuori”

Controvento atto II, c’è Annunziata. Di Gugliemo: “Chi non lavora alla lista Pd si chiama fuori”

28 Marzo 2019

Renato Spiniello – “Il Partito Democratico presenterà la propria lista: chi è del Pd lavorerà e costruirà quella lista, chi non lo farà si chiamerà fuori dal nostro campo e dal nostro partito. Il regolamento non prevede che vengano cacciati, ma è chiaro che saranno fuori dal campo del partito”.

Il segretario provinciale Giuseppe Di Gugliemo, a margine del secondo atto di Controvento al “Della Porta”, avverte Gianluca Festa e Livio Petitto, il primo si è già chiamato fuori, con la sua componente, dalla direzione provinciale, il secondo, proprio domani, presenterà l’associazione “Ora Avellino” che potrebbe diventare una lista civica.

“Noi invitiamo tutti all’incontro partecipato di lunedì a via Tagliamento – assicura Di Guglielmo – da Petitto agli altri ex Consiglieri Comunali eletti nella lista dem: facciamo parte della stesso campo, aldilà dei posizionamenti personali e delle vicende congressuali. Dobbiamo dare credibilità alla politica, parlare di temi e discutere insieme ai cittadini. Spero per questo che Petitto ci sarà e chi si potrà parlare pubblicamente delle questioni del Pd”.

Leo Annunziata e Generoso Picone

A rispondere alla chiamata di Controvento anche il neo segretario regionale Leo Annunziata, che promuove l’iniziativa: “E’ uno dei luoghi in cui riparte il Centrosinistra per Avellino. Non sarò soltanto qui, ma in tutti i focolai di Centrosinistra della regione, naturalmente se invitato, per ascoltare le esigenze del territorio. Il Pd deve svolgere un ruolo trainante ma non egemonico, qui come in altri luoghi”.