Controlli dei Carabinieri Forestali in Irpinia: il bilancio

Controlli dei Carabinieri Forestali in Irpinia: il bilancio

14 Settembre 2021

Prosegue l’azione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

In particolare:

  • i Carabinieri della Stazione Forestale di Avellino, a seguito di attività di controllo inerente alla prevenzione e repressione dei reati nel settore ambientale e al dissesto idrogeologico dell’asta fluviale del Fiume Sabato, hanno denunciato quattro persone alla Procura della repubblica di Avellino, ritenute responsabili, a vario titolo, di abusivismo edilizio. Nello specifico, i militari accertavano che in Santa Paolina, all’interno di un’area privata ricadente tra le aree vincolate paesaggisticamente, i predetti avevano proceduto alla realizzazione di una platea in cemento armato di circa 50 metri quadrati, in assenza dei relativi titoli abilitativi e delle preventive autorizzazioni. L’area interessata è stata sottoposta a sequestro;
  • i Carabinieri della Stazione Forestale di Lacedonia, congiuntamente a personale della Polizia Municipale di Calitri, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino una donna, ritenuta responsabile del reato di “Gestione illecita di rifiuti”: in agro del comune di Calitri, aveva proceduto all’abbruciamento di rifiuti di vario genere (plastica, tessuti, carta, ecc.);
  • i Carabinieri della Stazione Forestale di Lioni hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino due persone della provincia di Salerno, ritenute responsabili di “Pascolo abusivo”: gli stessi abusivamente facevano pascolare dei bovini all’interno di un fondo agricolo privato, ubicato in agro del comune di Caposele;
  • i Carabinieri della Stazione Forestale di Bagnoli Irpino hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino due persone ritenute responsabili del taglio abusivo di due aree boscate di alto fusto di pino nero, sottoposte a vincolo idrogeologico, ricadenti all’interno del perimetro del Sito di Importanza Comunitaria del Parco Regionale dei Monti Picentini;
  • i Carabinieri della Stazione Forestale di Marzano di Nola, a seguito di controlli sulla corretta raccolta dei funghi epigei, hanno elevato la prevista sanzione di 100 euro a carico di quattro cercatori di funghi che, in area montana del comune di Quindici, procedevano alla raccolta sebbene sprovvisti di autorizzazione.