Controlli a tappeto dei carabinieri: un arresto, denunce e fogli di via obbligatori

0
128

Un arresto, sette denunce e sette fogli di via obbligatorio: è stato questo il bilancio del lungo week end di controlli per i carabinieri in tutta la provincia.

Grazie anche alle segnalazioni da parte di alcuni cittadini, sette uomini già noti alle forze dell’ordine, provenienti all’hinterland salernitano e napoletano, sono stati sorpresi mentre, in orario notturno, si aggiravano in prossimità di esercizi commerciali e abitazioni private. Per loro è stato emesso il foglio di via obbligatorio.

Tra sabato e domenica, i posti di blocco hanno permesso agli uomini dell’Arma di perquisire e controllare 350 i veicoli, per due dei quali è scattato il sequestro amministrativo.

Nello specifico, sabato i carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato, un ventenne ritenuto responsabile di sequestro di persona e tentata estorsione nei confronti della madre; un 50enne di Serino, invece, è stato denunciato in stato di libertà poiché ritenuto responsabile del reato di truffa a danno di una pensionata. Per analogo reato è stato denunciato anche un 49enne di Napoli.

Controlli a tappeto anche nei comuni di Mercogliano, Solofra e Serino. I Carabinieri hanno denunciato tre persone che illegalmente detenevano armi e munizioni e un pregiudicato di Serino, sottoposto alla detenzione domiciliare, che all’esito del controllo da parte dei carabinieri della Stazione locale è stato deferito per l’inosservanza al divieto di frequentare soggetti pregiudicati o sottoposti a misure di sicurezza;

I militari della Stazione di San Martino Valle Caudina hanno denunciato in stato di libertà: un 45enne di Cervinara, già noto alle Forze dell’Ordine, sprovvisto di patente di guida, fermato alla guida di un veicolo non coperta di assicurazione. L’auto è stata sottoposta a sequestro.
Un imprenditore della provincia di Benevento è stato sorpreso alla guida di una Porsche. Alla vista della pattuglia, l’automobilista ha rallentato una cinquantina di metri prima di giungere al posto di blocco. Notata quell’insolita manovra, i militari lo hanno raggiunto e, dal controllo è emerso che l’auto non era coperta da assicurazione. Oltre al sequestro amministrativo dell’auto, è scattata la denuncia in stato di libertà ed il ritiro della patente per quell’automobilista che, nonostante avesse alzato un pò il gomito, si era anche rifiutato di sottoporsi all’accertamento etilometrico.