Conservatorio Cimarosa, gran finale con “Il medico dei pazzi 223”

Conservatorio Cimarosa, gran finale con “Il medico dei pazzi 223”

28 Ottobre 2019

Con “Il medico dei pazzi 223” si chiude l’anno accademico e il
calendario dei concerti di ottobre organizzati dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto
da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
L’appuntamento è per giovedì 31 ottobre, alle ore 17:00. Sul palco dell’Auditorium «Vitale» di
piazza Castello, si terrà lo spettacolo ispirato ad una delle più famose commedie di Eduardo
Scarpetta, riscritto in biricchina libertà da Giuseppe Sollazzo, coadiuvato dalle suggestive musiche
di Pericle Odierna, suonate dal vivo da un sestetto di fiati. In scena, Giovanni Mauriello (nel ruolo
di Felice Sciosciammocca), e con Giorgio Pinto, Ingrid Sansone, Michele Romeo. Sul palco
anche gli attori dei laboratori del Beggar’s Theatre – Il Teatro dei mendicanti – e gli allievi della
classe di Arte Scenica: Giovanna Cappiello, Deborah Giordano, Francesco Iorio, Francesco
Montuori, Flavio Siani, Anna Panico.
«Una scuola di teatro che si rispetti ha il dovere di chiedersi per quale tipo di teatro sta educando i
propri allievi. Chiedersi come potrà essere il teatro tra venti o trent’anni. Certamente insieme alle
forme tradizionali di rappresentazione, ce ne saranno altre completamente nuove, che si fa fatica
ad immaginare» ha spiegato il regista Giuseppe Sollazzo.
«Per questo la proposta del Direttore del Conservatorio, e del Maestro Maggiore, di allestire uno
spettacolo lontano dagli schemi consolidati è di buon auspicio per allievi e docenti – ha proseguito
Sollazzo -. Lavorare in piena libertà, a contatto con attori del peso di Giovanni Mauriello, significa
mettere alla prova il proprio talento al riparo dall’assillo del botteghino, e dalla necessità della
poesia. Significa suggerire agli allievi di non essere semplicemente imitatori di epoche passate, ma
uomini e donne del nostro tempo».
A dirigere l’Ensemble strumentale, formato Alfonso Bianco (flauto), Antonio Napolitano
(clarinetto), Paolo Balestrieri (fagotto), Mariele Caruso (tromba), Mattia Barbato (sax soprano),
Giosuè Castaldo (sax contralto), sarà il M° Pericle Odierna (sue anche le musiche), con Miki
Belmonte (assistente) e Giuseppe Di Capua (maestro collaboratore).
Lo spettacolo è stato realizzato con il coordinamento del M° Maurizio Maggiore, mentre Fabio
Lastrucci ha curato i testi delle canzoni. E ancora: Concetta Nappi (costumi), Quintessenza

Conservatorio di musica “Domenico Cimarosa” di Avellino
Via Circumvallazione, 156 – 83100 Avellino (AV)
Tel. 0825-306.22 – Fax 0825-78.00.74 – info@conservatoriocimarosa.org

(allestimenti), Massimo Nota (elementi scenici), Ambra Marcozzi (coreografia), Studio 52
Napoli (effetti audio), con la direzione di scena affidata a Fortuna Montariello.
«Perché il “Medico dei pazzi 223” e perché questo titolo? Mi sono ricordato dell’Anfitrione 36 di
Giradoux – ha spiegato il regista Giuseppe Sollazzo -. Ho immaginato un numero simbolico di
riletture, messinscene eccetera de il medico dei pazzi dal momento della sua nascita (1908) ad oggi.
Lo spettacolo è un catalogo sulle debolezze, le fragilità degli uomini. Su ciò che comunemente si
pensa che sia la follia. Naturalmente – ha aggiunto – come ogni spettacolo che si rispetti, anche
Scarpetta nel nostro caso è un pretesto per parlare d’altro. Il teatro mi interessa se riesce a parlare
delle nostre tenerezze della nostra ricerca della felicità, insomma dei bisogni e della disperazione
dell’uomo».
Con lo spettacolo di giovedì prossimo si chiude l’anno accademico del Conservatorio e anche il
lungo cartellone dei concerti di ottobre. «È stato un mese intenso per gli allievi e i docenti del
Conservatorio, impegnati in un programma che ha inglobato cinque rassegne, con quasi un
concerto al giorno – dichiarano il presidente Luca Cipriano e il direttore Carmelo Columbro –.
Sul palco dell’Auditorium si sono alternati anche artisti di fama nazionale ed internazionale. “Il
medico de pazzi 223” è la degna conclusione di questo mese di spettacoli e di quest’anno
accademico. Con le musiche composte da Pericle Odierna, i testi delle canzoni di Fabio Lastrucci e
la presenza di attori come Giovanni Mauriello e Ingrid Sansone, questo spettacolo in costume, che
vanta un allestimento d’eccellenza e la partecipazione, oltre che degli allievi del nostro
Conservatorio, anche di un gruppo di attori del Teatro dei Mendicanti, si preannuncia essere già un
successo».
Dopo la “prima” sul palco dell’Auditorium «Vitale», piazza Castello, del Conservatorio “Domenico
Cimarosa”, la compagnia dello spettacolo “Il medico dei pazzi 223”, si sposterà a Napoli, dove
sabato 2 e domenica 3 novembre, con inizio alle ore 21:00, inaugura la stagione teatrale del The
Beggar’s Theatre – Il Teatro dei mendicanti.