“Con il Papa oltre un’ora a parlare di Montevergine e dell’Irpinia. Ora aspettiamo una sua visita”. Francesco e gli auspici dell’Abate

“Con il Papa oltre un’ora a parlare di Montevergine e dell’Irpinia. Ora aspettiamo una sua visita”. Francesco e gli auspici dell’Abate

11 Dicembre 2020

Alpi – “Con il Papa oltre un’ora a parlare di Montevergine e dell’Irpinia. Ora aspettiamo una sua visita”. Padre Riccardo Guariglia, l’Abate che regge le sorti del Santuario di Mamma Schiavona, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che porterà il presepe di Montervergine a Mercogliano dal 13 dicembre al 6 gennaio, ha svelato di essere stato ricevuto, in udienza privata, da Francesco lo scorso 22 ottobre.

“Al Papa ho raccontato la storia del Santuario e gli ho portato un’immagine sacra della Madonna. Tra le altre cose, gli ho parlato anche della festa della Candelora che celebriamo ogni 2 febbraio. Mi ha esortato ad accogliere sempre tutti e a non giudicare mai nessuno. Ovviamente benedice tutti i fedeli della nostra provincia. Poi gli ho scritto, chiedendogli di venirci a trovare prima o poi. Non mi ha ancora risposto, ma noi ovviamente lo aspettiamo”.

Intanto anche per Montevergine sarà un Natale diverso, causa covid. “Dobbiamo rispettare le norme, dobbiamo obbedire. Nel Santuario celebremo la Messa del 24 alle 20, Gesù nascerà un poco prima, per dare la possibilità a chi può, di venire. Ovviamente non avremo il flusso di pellegrini degli altri anni, un flusso che è sempre stato enorme”.