Comitato Regionale Pro Loco, “La Mezzanotte del Mezzogiorno”, il momento più alto di presa coscienza del dramma delle zone interne.

Comitato Regionale Pro Loco, “La Mezzanotte del Mezzogiorno”, il momento più alto di presa coscienza del dramma delle zone interne.

30 Agosto 2020

Già dal palco del Congresso Regionale tenutosi a Benevento, Tony Lucido neo eletto Presidente UNPLI Campania, aveva voluto inviare all’Arcivescovo Metropolita di Benevento, Mons. Felice Accrocca, insieme ai saluti l’attestazione di apprezzamento per il mondo della Chiesa da egli rappresentato nella recente iniziativa “La Mezzanotte del Mezzogiorno”.

Poi, preso carta e penna, il Presidente Regionale UNPLI Campania ha voluto formalizzare il suo particolare l’apprezzamento per l’impegno del Vescovo di Benevento e degli Ordinari Diocesani e complessivamente della Chiesa, in questa stagione di particolari incertezze, di grave crisi economica, sociale ed ora anche sanitaria.

“La Mezzanotte del Mezzogiorno” è stato forse il momento più alto di presa di coscienza, di denuncia delle difficoltà, ma anche, di riflessione e di stimolo rispetto al drammatico momento che il nostro Mezzogiorno sta vivendo. Difficoltà e drammaticità che si accentuano ancora di più nelle aree interne della dorsale appenninica. Sin dall’annuncio delle prime iniziative abbiamo condiviso la preoccupazione cogliendo il grido di dolore che la Chiesa ha saputo raccogliere.

Vogliano ritenerci, lei ed i Vescovi campani, per il futuro, per quanto possibile, al fianco e partner, per tutte le iniziative poste in essere, per percorrere un tratto di strada insieme.

Da poco alla guida delle Pro Loco campane, con il sostegno e l’impegno di tutti i collaboratori, credo che possiamo spenderci anche noi a rimettere al centro l’uomo, la sua storia, il suo territorio, il suo progresso sociale. Perché continuando la nostra azione, il nostro impegno di promozione turistico-culturale e sociale del territorio campano, così come invocato anche da Papa Francesco, possiamo concorrere anche noi ad essere “Custodi del Creato”.

Siamo in attesa di un incontro con i vertici regionali della Conferenza Episcopale Campana per avviare forme di collaborazione, di partenariato e di interscambio, al fine di valorizzare, anche nell’ambito delle complessive attività delle Pro Loco, il meraviglioso patrimonio artistico, storico, religioso e quello immateriale delle tradizioni della religiosità popolare.

L’UNPLI Campania di recente liberatasi della gestione commissariale mira a un nuovo protagonismo, con nuove forme di partecipazione interattiva con il complesso e variegato mondo culturale e sociale presente sul territorio campano.