Combustione residui vegetali, due denunce in Irpinia

Combustione residui vegetali, due denunce in Irpinia

24 Agosto 2020

Altre due denunce da parte dei Carabinieri Forestali per violazione alle norme in materia ambientale previste dal Decreto Legislativo 152/2006. Si tratta di un uomo ed una donna che, nonostante il divieto di bruciatura nel periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi decretato dalla Regione Campania, avrebbero intenzionalmente appiccato il fuoco per lo smaltimento di sterpaglie e residui vegetali derivanti dalla lavorazione dei propri noccioleti, ubicati in agro dei comuni di Aiello del Sabato e Marzano di Nola. Tale condotta, oltre ad essere particolarmente pericolosa, ha provocato un evidente senso di fastidio e molestie alle persone per l’alta concentrazione di fumo nell’aria. Alla luce degli elementi di colpevolezza raccolti rispettivamente dai Carabinieri delle Stazioni Forestale di Monteforte Irpino e Marzano di Nola, è scattata nei confronti dei predetti la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. I servizi predisposti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino, volti al contrasto degli incendi boschivi e della pratica dell’abbruciamento dei residui forestali e vegetali continueranno ininterrottamente in tutta l’Irpinia.