Colpevole di “morte come conseguenza di altro delitto”, arrestato

0
3

Giro di vite contro la criminalità dei carabinieri di Ostia. Ordine di custodia cautelare in carcere a P.G., 44 anni, originario di Casalbore, pregiudicato, già detenuto a Regina Coeli. Il 44enne è stato riconosciuto colpevole di “morte come conseguenza di altro delitto”. Il provvedimento è scaturito dalle indagini dei militari di Vitinia, intervenuti il 14 luglio scorso all’interno del nucleo di cure primarie di Casalbernocchi dove, intorno alle 15, era deceduto per overdose da sostanze stupefacenti un tossicodipendente residente a Vignatello, Viterbo. Grazie alle indagini fu identificato il pusher che aveva venduto la dose letale. Si trattava di P.G. che fu rintracciato, durante la notte, nel suo appartamento di via Lesca, a Roma, e arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. La perquisizione domiciliare permise agli investigatori di trovare eroina e hashish, nonché tutto l’occorrente per confezionare la droga. In quella circostanza, l’uomo fu denunciato anche in relazione alle sue responsabilità per la morte del tossicodipendente. Le indagini sono proseguite senza sosta fino a quando ieri il tribunale di Roma, concordando con le risultanze investigative dell’Arma di Vitinia, lo ha riconosciuto responsabile della morte del tossicodipendente. Per lui il magistrato ha disposto che venga trattenuto in carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here