Coldiretti Avellino: “Si lavora per la filiera corta a km 0”

0
246
coldiretti bandiere

“La pizza rappresenta un simbolo dell’identità campana e garantire l’origine degli ingredienti e le modalità di lavorazione significa difendere le nostre eccellenze dalla concorrenza sleale”. Lo dichiara il direttore di Coldiretti Avellino, Salvatore Loffreda, nel giorno di mobilitazione promosso in occasione della convocazione della Commissione italiana Unesco per il via libera nazionale all’inserimento dell’Arte dei Pizzaiuoli napoletani nella “Lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

“Ad Avellino – assicura Loffreda – stiamo lavorando per creare un circuito di locali a “km 0” che privilegino la filiera corta in cucina. Coldiretti metterà a disposizione di pizzerie e ristoranti, aziende agricole locali che garantiranno l’approvvigionamento di prodotti stagionali e freschi, materie prime di assoluta qualità raccolte e lavorate in irpinia.

“Il km 0 – afferma Loffreda – è sempre più una scelta consapevole dei consumatori e, in maniera sempre più convinta, anche di chi si occupa di ristorazione. Il circuito della filiera corta è sempre più gettonato perchè la scelta di privilegiare le tipicità di stagione del territorio, firmate dagli agricoltori, trova immediatamente il consenso dei clienti. Siamo ancora all’inizio del nostro progetto per una filiera agricola tutta irpina ma siamo certi che in pochi mesi riusciremo ad organizzare una capillare rete distributiva, dalla vendita diretta alla consegna a locali e mense, sia pubbliche che private. Un impegno che Coldiretti Avellino si assume sul territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here