CM Terminio Cervialto – Valiante convoca il Consiglio il 9 febbraio

0
7

Nuovo round alla Terminio Cervialto: Antonio Valiante ‘congela’ l’elezione di Carmine Ragano. Il Vice Presidente della Regione Campania ha diramato nel pomeriggio le convocazioni dei 18 sindaci afferenti all’Ente di Montella, che si riuniranno il prossimo 9 febbraio nel Consiglio generale. I vertici dei Popolari hanno chiesto ripetutamente a Valiante l’invalidazione della delibera stilata l’indomani dell’assemblea del 22 gennaio. Dalla sede di via Tagliamento, il Pd non fa passi indietro: dalla nota esplicativa al testo di riforma degli Enti montani, firmata dallo stesso Valiante, arriverebbe la soluzione al giallo elezione. C’è ancora molta confusione e Valiante sarà chiamato a sciogliere nelle prossime 24 ore tutti i nodi. Anche per questi motivi, le ultime riflessioni a riguardo da parte del Vice Presidente della Regione danno idea del braccio di ferro che è in corso all’interno dei democratici.

DI IORIO REPLICA – Prime reazioni alla decisione di Antonio Valiante. “Soddisfatto ma non meravigliato” – A parlare è Nicola Di Iorio, presidente uscente dell’Ente di Montella. “Era talmente evidente che la provvisoria elezione del sindaco Carmine Ragano fosse avvenuta in maniera illegittima – continua – che la Regione non poteva davvero fare altro. A questo punto è giusto che i partiti facciano un passo indietro. E’, infatti, auspicabile che in vista del prossimo consiglio convocato per il 9 febbraio, si dia centralità agli amministratori e si individui una soluzione stavolta condivisa e che sia all’altezza del glorioso passato che l’ente ha fin qui avuto e della complessità delle questioni territoriali che vanno affrontate nel futuro prossimo. La strada maestra io l’ho già tracciata e resta quella di affidare la soluzione di questa vicenda al tavolo degli amministratori, a coloro che più di altri e più degli organismi di partiti riescono ad interpretare e ad intercettare le esigenze e le istanze del territorio e delle comunità”. E circa la paventata ipotesi di commissariamento, Di Iorio riferisce: “L’unico neo che riesco ad individuare nella decisione della Regione Campania è quella di non aver provveduto alla individuazione di una figura terza chiamata a presiedere l’assemblea. Ancora una volta, infatti, avremo una presidenza di parte, caratterizzata da poca competenza e assoluta incapacità nella gestione dei lavori assembleari. La decisione del vicepresidente Valiante, di fatto, riporta in vigore quanto stabilito, in termini di prorogatio, dal verbale della seduta di consiglio dello scorso 2 gennaio, dando così finalmente un elemento di chiarezza in questa vicenda che ha corso il rischio di diventare confusa fino ai limiti dell’irrazionalità”.

CONFERENZA STAMPA DEL PD – In serata arriva la nota della segreteria provinciale del Pd che preannuncia nelle prossime ore una conferenza stampa sul “caso” della Comunità Montana Terminio Cervialto ed in particolare sulle motivazioni adottate dal vicepresidente della Giunta regionale della Campania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here