Cipriano-Festa, duello tra dirimpettai tra xanax, sedute dal terapeuta e poster di Ivan Drago

0
17

Renato Spiniello – Chissà se questa campagna elettorale continuerà come iniziata, ovvero nel segno del dualismo tra i due – almeno sulla carta – maggiormente accreditati per raggiungere, all’alba del 27 maggio, il turno di ballottaggio.

Stiamo parlando, ovviamente, di Luca Cipriano e Gianluca Festa. Chiunque, passando per la centralissima Piazza Libertà non può non notare da un lato le bandiere di Mai Più e Avellino Più sventolare e dall’altro il gran faccione sorridente dell’ex Vicesindaco di Galasso, che con lo sguardo incrocia proprio la sede elettorale del rivale.

Un dualismo che si ripete anche a distanza. Proprio nel pomeriggio, mentre Festa inaugurava il suo comitato nella principale agorà cittadina, l’ex Presidente del Teatro è stato ospite all’ex Carcere Borbonico della lista “Laboratorio Avellino”, che sostiene la corsa alla fascia tricolore  di quest’ultimo e che oggi si è presentata ufficialmente.

“Mi scuso con la platea per il ritardo – ha affermato sorridente Cipriano – ma ero passato in farmacia perché ho notato che i miei avversari sono veramente sull’orlo di una crisi di nervi. Ieri addirittura Petitto e Festa hanno offeso una parte degli avellinesi definendo cloaca la nostra coalizione, così sono andato a comprargli lo xanax per tranquillizzarli, magari dopo il convegno glielo faccio avere così faremo finalmente una campagna elettorale concentrata sulle proposte e non su offese e insulti, evidentemente loro non ne hanno, hanno governato malissimo e sanno soltanto offendere”.

A poco più di un chilometro di distanza la replica di Festa: “Comprendo il suo nervosismo, vede la sconfitta inevitabile dinanzi a lui e si sta rassegnando a cinque anni di opposizione, in quei cinque anni si calmerà mentre noi con serenità e con il sorriso penseremo al governo della città regalandole una prospettiva, visto che la conosciamo bene e non attraverso Google. Credo che Cipriano abbia in bagno la mia foto come Rocky Balboa aveva quella di Ivan Drago”.

Insomma un dualismo tra dirimpettai che probabilmente non si concluderà con questo capitolo, un po’ come la saga del pugile magistralmente interpretato da Sylvester Stallone. La speranza è che, per il bene della città, si parli più di proposte e programmi invece di avvelenare ulteriormente un clima elettorale già teso. All’uopo, il candidato sindaco di Mai Più, Avellino Più, Pd e Laboratorio Avellino ha annunciato che domani mattina presenterà le sue prime soluzioni per Avellino. Appuntamento a Piazza Libertà, lato bandiere. Festa, invece, sarà al Circolo della Stampa per presentare la sua squadra.