Cimitero di Lioni, prende a martellate una lapide perché non pagato abbastanza

0
2492

I Carabinieri della Stazione di Lioni hanno denunciato un artigiano irpino per estorsione e vilipendio delle tombe.

L’uomo avrebbe danneggiato a martellate una lapide posta nel cimitero di Lioni, da lui realizzata, per aver ricevuto dai commissionari una cifra inferiore a quella pattuita. Recatosi quindi dai parenti del defunto, li avrebbe minacciati che se non avessero saldato il debito avrebbe distrutto l’opera.

Dalle indagini svolte dai Carabinieri è subito emerso che quel danno non era un semplice atto vandalico. L’attività svolta dai militari dell’Arma ha portato all’identificazione del presunto responsabile che è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.