Chiesa di S.Ciro vandalizzata, i giovani al fianco di Padre Luciano

0
311

Dopo le scritte ingiuriose che hanno imbrattato il sagrato ed i muri della canonica della Chiesa di San Ciro di Avellino, rivolte al parroco Don Luciano Gubitosa, i giovani della parrocchia si dichiarano a sostegno della loro guida pastorale, rinnovandogli stima e fiducia.

“Don Luciano Prete cerca soldi senza umanità, via dalla nostra comunità. Sei solo Don Chiacchiero”: queste le ingiurie dirette al parroco, che i ragazzi della parrocchia hanno deciso di ripulire con le loro mani.

“Alla luce dei recenti avvenimenti – si legge in un comunicato dei giovani di Don Luciano- intendiamo mostrare il nostro totale disappunto rispetto alle scritte ingiuriose nei confronti del nostro parroco, dalle quali non ci sentiamo assolutamente rappresentati. Questo deplorevole gesto lede non solo l’edificio ecclesiastico, ma anche il lavoro e l’impegno di chi per anni ha investito le proprie energie per il bene della comunità”.

“Pertanto, noi giovani della comunità parrocchiale, come segno di solidarietà e riconoscenza nei confronti del nostro pastore, ci impegneremo nella pulizia delle mura e del pavimento del sagrato vandalicamente imbrattati”.

Intanto, attestati di stima e vicinanza rivolti a Don Luciano sono arrivati non solo da centinaia di privati cittadini, ma anche dal Comitato “Difendiamo i Nostri Figli” e dall’Associazione “Genitori Irpini”, profondamente addolorati ed offesi per quanto accaduto alla Chiesa.