Cesena – Avellino, il pagellone dei lupi: Bastien manda in tilt gli avversari

Cesena – Avellino, il pagellone dei lupi: Bastien manda in tilt gli avversari

27 Dicembre 2015

IL MIGLIOREBastien 8 – Dopo un primo tempo passato ad infastidire Cascione e a sgusciare tra le linee, fa male centrando al Cesena centrando il bersaglio grosso. Il centrocampista tascabile sbuca nella nebbia e rianima l’Avellino che si gode il suo talento (dal 35’ st Petricciuolo sv).

Frattali 6,5 – Se l’Avellino resta in partita all’intervallo, il merito è del suo angelo custode che esce alla disperata su Ragusa all’imbrunire del primo tempo. Il portiere biancoverde è un autentico baluardo. E poco importa se l’imbattibilità è stata infranta.

Biraschi 7 – Nel primo tempo Garritano e Renzetti entrano in società per creargli qualche grattacapo. L’ex Grosseto non si scompone, anzi nella ripresa diventa di marmo, un monumento nella nebbia. Un ritorno sontuoso condito dal pregevole cross per la testa di Castaldo che solo un miracolo di Agliardi disinnesca.

Rea 6 – Partita senza infamia e senza lode per il centrale partenopeo tornato titolare dopo un’eternità. Tesser lo sacrifica per un Avellino d’assalto nella ripresa (dal 1’ st Insigne 6,5 – Entra subito in ritmo con la stilettata di sinistro dalla quale nasce l’azione del gol di Bastien. Il suo ingresso dà la scossa).

Ligi 6 – Un po’ passivo nell’occasione del gol di Djuric ma nel complesso la sua prova è positiva. I suoi centimetri tutto sommato svolgono un buon lavoro.

Chiosa 7 – Il ruolo di terzino non è suo ma non si vede. Il difensore scuola Toro ripaga per l’ennesima volta Tesser annientando Ragusa sulla fascia. Assolutamente impeccabile.

Arini 6 – Molto dinamico nel primo tempo quando fa molto movimento e si catapulta negli spazi. Esagerato il provvedimento dell’arbitro che lo espelle, ma come ai play-off con lo Spezia il rosso ai suoi danni porta i frutti dell’impresa.

Jidayi 6,5 – Fa sia il mediano che il difensore nell’arco dei novanta minuti. Gli sbalzi di ruolo non ne intaccano la performance che ne fanno un tuttofare di sicuro affidamento.

Gavazzi 6 – Ha un po’ di difficoltà a sinistra ma non getta il cuore oltre l’ostacolo facendo densità in mezzo al campo. Se arriverà una mezzala sinistra, potrà essere devastante sul suo lato di competenza.

Castaldo 7,5 – Sbaglia la prima volta, ma la seconda non perdona Agliardi che ci aveva messo il guantone sinistro sul colpo di testa. Super Gigi è inarrestabile e sempre più decisivo.

Trotta 7 – Si libera di Perico d’astuzia e assiste nel mucchio Castaldo per il gol del brindisi biancoverde. In avvio fatica, poi Tesser lo inverte con il suo gemello del gol e le cose cambiano. Ora le sirene di mercato: i tifosi incrociano le dita (dal 29’ st Mokulu sv).


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.