Cervinara: nasce il Comitato per ricordare le vittime dell’Amianto

0
234

Cervinara- Il Comitato per la “Giornata in Memoria delle vittime dell’amianto”, creato da Microphonix, Movimento Caudino No Amianto e South Land darà vita ad un incontro socioculturale per onorare il ricordo delle morti di quest’ assassino silenzioso e spesso sconosciuto, moderato dalla giornalista Lidia Ianuario, Responsabile Ufficio Stampa ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) – Regione Campania e Direttrice Responsabile di NeWage, primo portale di settore – Green Energy e New Economy – italiano, ma tradotto in lingua inglese e russa oltre ad essere accessibile a ciechi, ipovedenti e sordomuti. L’obiettivo dell’evento è quello di sensibilizzare sulla problematica “Amianto”, piaga diffusa sia sul territorio locale che nazionale ed internazionale. Tuttavia, oltre all’informazione, il nuovo Comitato ambientalista caudino punterà all’azione diretta tramite denunce e segnalazioni alle autorità competenti, ora più che mai chiamate a bonificare la nostra Terra. A tal proposito, per avvisare del rischio e della pericolosità dell’esposizione all’amianto, si porta a conoscenza che anche l’inalazione di una sola fibra d’amianto, della misura di un millesimo di un capello umano, è potenzialmente in grado di scatenare la malattia. Naturalmente un’esposizione prolungata e regolare aumenta in modo esponenziale il rischio. Nonostante la comunità medica e scientifica abbia rilevato da decine d’anni i rischi correlati, sebbene esistano molti comitati che si battono per sostenere le vittime dell’asbesto ed evitare nuovi casi, malgrado già da tempo le istituzioni e i legislatori si siano occupati del problema, l’amianto rimane una spada di Damocle per ogni cittadino residente in Italia, in quanto i limiti di legge imposti a livello italiano sono di gran lunga inferiori dei parametri di riferimento europei, considerato che non esiste “livello” consentito. Ogni esposizione è deleteria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here