“Cavallo di ritorno” da 30 euro, denunciato 60enne di Atripalda

“Cavallo di ritorno” da 30 euro, denunciato 60enne di Atripalda

11 Novembre 2019

“Cavallo di ritorno” da 30 euro, denunciato 60enne di Atripalda. L’uomo è ritenuto responsabile di tentata estorsione. Tutto è iniziato qualche giorno fa, quando un uomo di Avellino si è presentato in Caserma denunciando lo smarrimento del suo smartphone, avvenuto poco prima nel pieno centro del capoluogo irpino.

Lo sfortunato ha prontamente telefonato al suo telefono. Dall’altro capo, la modesta ma assurda richiesta di 30 euro per la riconsegna del cellulare.

Il malcapitato accettava di collaborare con i militari, fingendo quindi di cedere alla richiesta: la centralissima Piazza Umberto I di Atripalda, il luogo stabilito per lo scambio pattuito telefonicamente.

A quell’appuntamento si sono recati però anche i carabinieri in borghese i quali, appostati poco distante, hanno assistito all’intera scena e bloccato il 60enne che aveva appena ricevuto il contante richiesto per la restituzione dello smartphone.

Condotto il Caserma, a carico del predetto (già noto alle Forze dell’Ordine) è dunque scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino.

Dopo le formalità di rito, il cellulare, unitamente alla cover rinvenuta all’esito di perquisizione domiciliare, è stato restituito all’avente diritto.