Caso De Cesare: ricorso inammissibile. “Pronto ad andare in Cassazione”

Caso De Cesare: ricorso inammissibile. “Pronto ad andare in Cassazione”

24 Giugno 2020

Il Tribunale del Riesame di Avellino ha giudicato inammissibile il ricorso che stamattina aveva presentato Gianandrea De Cesare per sbloccare una parte dei soldi sequestrati dalla Procura. Quindi le richieste di De Cesare, presentate dall’avvocato Guido Furgiuele, non sono state accolte.

I sequestri dei beni di De Cesare sono avvenuti per diversi reati tributari contestati, fra cui evasione dell’IVA e autoriciclaggio. Una indagine della Procura di Avellino (procuratore aggiunto Vincenzo D’Onofrio, sostituto Vincenzo Russo) che aveva spinto l’imprenditore napoletano a fare un passo indietro rispetto ai ruoli ricoperti nelle sue aziende e rinunciare alla carica di amministratore delegato. La Sidigas gestiva anche l’Avellino Calcio, squadra che intanto è stata acquistata da Angelo Antonio D’Agostino, e la Scandone precipitata dalla A1 alla serie B.