Caso Cerignola, il Tar dà ragione alla Figc: la C resta a 60 squadre

Caso Cerignola, il Tar dà ragione alla Figc: la C resta a 60 squadre

8 Agosto 2019

La Figc l’ha spuntata davanti al Tar Lazio che ne ha accolto il ricorso cautelare contro il ripescaggio in C dell’Audace Cerignola disposto dal Collegio di Garanzia del Coni. Sospesa dunque la pronuncia del Collegio presieduto da Franco Frattini. Ora non resta che attendere l’udienza di merito del 9 settembre, con la successiva possibilità di proseguire la battaglia al Consiglio di Stato.

Tutto in contrasto con le tempistica sportiva. Via libera dunque al campionato a 60 squadre: con il decreto emesso in data odierna il tribunale amministrativo ha valutato come prevalente l’interesse al regolare svolgimento del campionato e della Coppa Italia di Lega Pro che pertanto si disputeranno secondo il calendario già prefissato.

“Trasparenza e legalità rimangono quindi i capisaldi del nuovo sistema che garantisce certezze e mette al riparo la categoria da aggressioni” è la posizione della Lega di Francesco Ghirelli espressa in una nota ufficiale. Nessun salutare rinvio di conseguenza per l’Avellino alle prese con il ritardo accumulato a causa della crisi societaria.